L’Atalanta batte 2-0 il Cagliari con le reti di Lookman e Pasalic

Terza vittoria casalinga in altrettante gare interne per la Dea, reduce tre giorni fa dal successo per 2-0 in Europa League contro i polacchi del Rako

di FABRIZIO CARCANO -
24 settembre 2023
Mario Pasalic sigla il gol che chiude la partita

Mario Pasalic sigla il gol che chiude la partita

Bergamo – L’Atalanta timbra il cartellino casalingo contro il Cagliari, vincendo 2-0 con gol di Lookman e Pasalic, salendo a 9 punti in classifica.

Terza vittoria casalinga in altrettante gare interne per la Dea, reduce tre giorni fa dal successo per 2-0 in Europa League contro i polacchi del Rakow, successo bissato contro un modesto Cagliari, privo di Pavoletti e con Petagna tenuto in panchina dopo una settimana senza allenamenti, che nulla ha finalizzato davanti contro la ben organizzata e compatta difesa nerazzurra. Gara condotta nei primi 45 minuti dalla squadra di Gasperini.

Primo brivido per la porta sarda all’11esimo: De Ketelaere salta Dossena e si presenta da solo da sinistra in area, costringendo l’ex Radunovic ad una deviazione in corner. Sugli sviluppi dell’angolo Koopmeiners da fuori, dopo una mischia, sfiora di poco il gol mettendo a lato. Cagliari pericoloso al 14’ con un tuffo di testa di Shomurodov di poco fuori. Al 26’ due legni consecutivi in una sola azione per la Dea: Lookman da sinistra dopo una serpentina stampa un rigore in movimento sulla traversa e sul proseguimento Zappacosta calcia sull’esterno del palo destro. Gol rimandato di sei minuti: al 32’ lancio in profondità per De Ketelaere, Il portiere Radunovic tentenna e ritarda l’uscita muovendosi troppo tardi, il belga appoggia in mezzo e l’accorrente Lookman realizza a porta vuota la sua seconda rete consecutiva dopo quella di una settimana fa a Firenze.

Dea che continua ad assediare in cerca del raddoppio, sfiorato prima con un siluro di Ruggeri respinto da un colpo di reni di Radunovic e poi con De Ketelaere. Il bunker cagliaritano resiste fino all’intervallo e dall’altra parte l’attacco sardo produce solo un paio di traversoni per cercare un Luvumbo troppo isolato e ben controllato da Kolasinac. Ripresa con l’Atalanta, forse stanca, che cala notevolmente il ritmo lasciando l’iniziativa al Cagliari che per oltre venti minuti costruisce tanto ma conclude poco, non avendo davanti punte pericolose. I sardi collezionano corner ma senza mai riuscire ad impensierire un Musso che si limita ad uscite di ordinaria amministrazione. Al 75’ la Dea la chiude con i nuovi entrati: lancio cronometrico di Muriel per Mario Pasalic e il croato infila la sua prima rete stagionale trafiggendo l’ex Radunovic con un diretto all’angolo opposto.

Finale con le squadre allungate, con il Cagliari che in mischia all’82’ colpisce una traversa con il giovane Oristanio. Vittoria meritata per l’Atalanta, trascinata dalle sue punte, che ha dimostrato una netta superiorità tecnica su un Cagliari che dopo cinque partite ha un solo gol segnato finora. Mercoledì pomeriggio nel turno infrasettimanale la Dea sarà impegnata Verona. Atalanta Cagliari 2-0 (1-0) Atalanta (3-4-1-2): Musso 6,5; Djimsiti 6,5, Scalvini 6, Kolasinac 6,5; Zappacosta 6,5 (80’ Adopo 6), De Roon 6,5, Ederson 6 (60’ Muriel 6,5), Ruggeri 6,5 (80’ Toloi 6); Koopmeiners 6,5; De Ketelaere 7 (66’ Holm 6), Lookman 7 (66’ Pasalic 7). All. Gasperini 7. Voto squadra 6,5 Cagliari (3-5-2) Radunovic 5,5; Hatzidiakos 5,5 (64’ Augello 6), Dossena 5,5, Obert 5,5; Azzi 5,5 (78’ Oristanio 6), Nandez 6, Makoumbo 6, Sulemana 5,5 (Viola 5,5), Deiola 5 (46’ Zappa 6); Shomurodov 5 (78’ Petagna 5,5), Luvumbo 6. All. Ranieri 6 Voto squadra 5,5 Arbitro: Feliciani 6 Marcatori: 32’ Lookman, 76’ Pasalic

Continua a leggere tutte le notizie di sport su