Cremonese asfaltata dal Sudtirol: la serie A si allontana

Brutta sconfitta (0-3) a Bolzano per i grigiorossi che ora distano 9 lunghezze dalla capolista Parma, vittoriosa sulla FeralpiSalò

di LUCA MARINONI -
16 marzo 2024
Franco Damian Vazquez

© TVRG foto Roberto Garavaglia/Agenzia Aldo Liverani sas

A Bolzano, è risaputo, non c’è il mare, eppure la Cremonese affonda in malo modo in casa del Sudtirol ed incassa un sonoro 3-0 che rallenta (e non poco) la sua rincorsa alla serie A. Il match del “Druso” si apre su ritmi molto elevati. Gli altoatesini cercano di farsi valere, ma gli ospiti assumono ben presto il comando delle operazioni.

Nel giro di pochi minuti Coda, Falletti e Vazquez chiamano in causa Poluzzi che riesce a mantenere inviolata la propria porta. I padroni di casa non vogliono limitarsi alla fase difensiva, ma la formazione di Stroppa insiste e Falletti per due volte minaccia la rete biancorossa. Dopo un botta e risposta tra Antov Odogwu, al 27’ la Cremonese “intravede” il vantaggio. Vazquez controlla un bel servizio di Sernicola e scaglia una sventola che si stampa sul palo.

Un minuto più tardi viene annullato un gol a Coda per fuorigioco, ma gli ospiti non demordono: Vazquez e Castagnetti tentano la conclusione vincente senza fortuna. La beffa per i grigiorossi è però nell’aria e al 39’ uno stacco di testa di Odogwu trafigge la difesa ospite e consente ai biancorossi di andare al riposo in vantaggio.

La ripresa

La Cremonese è così costretta ad affidare le sue speranze alla ripresa, ma dopo soli 4’ di gioco le cose si complicano ulteriormente per la compagine di Stroppa, che si fa male da sola e cincischia su un pallone che Ciervo trasforma nel raddoppio altoatesino. Lo 0-2 rappresenta una brutta botta per gli ospiti, che non riescono più a cambiare il corso della partita. Sernicola ci prova dal limite, mentre il conto dei corner che aumenta non offre concrete palle-gol ai grigiorossi. Gli altoatesini possono gestire così il prezioso vantaggio, ma al 28’ Pickel ha l’occasione giusta per riaccendere le speranze degli ospiti.

Ben liberato da Zanimacchia si trova tutto solo e può andare al tiro, ma colpisce la traversa, sciupando così la più ghiotta delle opportunità. Un errore che viene pagato a caro prezzo dalla formazione di Stroppa, che nel finale non solo non riesce ad accorciare le distanze, ma subisce il tris al 38’ con Merkaj. È questo il sigillo al definitivo 3-0 che infligge una brutta battuta d’arresto nella sua rincorsa alla serie A alla Cremonese che adesso ha la pausa a disposizione per preparare al meglio la sfida del 1 aprile con la FeralpiSalò.

Il tabellino

SUDTIROL-CREMONESE 3-0

Primo tempo: 1-0 Sudtirol (3-4-2-1): Poluzzi 6,5; Giorgini 6 (43’ st Vinetot sv), Scaglia 6,5, Masiello 6,5; Molina 6, Arrigoni 6, Kurtic 6,5 (19’ st Mallamo 6), Davi 6 (47’ st Cagnano sv); Ciervo 6,5 (19’ st El Kaoukibi 6), Casiraghi 6; Odogwu 6,5 (19’ st Merkaj 6,5). A disposizione: Drago; Broh; Rover; Rauti; Cisco; Peeters; Lonardi. All: Federico Valente 7. Cremonese (3-5-2): Jungdal 5,5; Antov 5,5, Ravanelli 6 (31’ st Afena-Gyan 6), Bianchetti 6 (43’ st Lochoshvili sv); Zanimacchia 6,5, Pickel 6, Castagnetti 6, Falletti 5,5 (16’ st Quagliata 6), Sernicola 6; Vazquez 6 (16’ st Tsadjout 6), Coda 6 (31’ st Ciofani 6). A disposizione: Saro; Collocolo; Buonaiuto; Ghiglione; Della Rovere; Abrego; Majer. All: Giovanni Stroppa 5,5. Arbitro: Davide Ghersini di Genova 6. Marcatori: 39’ pt Odogwu; 4’ st Ciervo; 38’ st Merkaj. Note: ammoniti: Majer (dalla panchina) – angoli: 0-7 – recupero: 1’ e 4’.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su