Modena, buon pareggio in rimonta a Bari: ma manca il mordente

Gialloblù brillanti nel gioco ma inefficaci in zona gol. Nella ripresa pugliesi in vantaggio in contropiede, pareggia Manconi su punizione

21 ottobre 2023
Manconi ha siglato il pareggio a Bari
Manconi ha siglato il pareggio a Bari

Modena, 21 ottobre 2023 – Le fatiche offensive, dopo una decina di giornate, possono essere dichiarate. Lo dimostra un ulteriore dato: anche a Bari tutti gli attaccanti del Modena si sono alternati. Ma era necessario tornare a fare punti e ritrovare… Manconi. La fotografia del primo tempo non è coinvolgente, non è neppur entusiasmante. Si gioca in un’atmosfera surreale per quindici minuti, i tifosi della curva di casa restano fuori per protesta verso la società e ad alzare i decibel ci pensano solo i 191 giunti da Modena, piuttosto eroici. La coppia d’attacco scelta da Bianco, per caratteristiche, avrebbe bisogno di una serie smisurata di palloni in area di rigore ma entrano anche loro nella vorticosa manovra canarina senza risultati eccitanti.

Nel senso che il Modena fino alla trequarti ci arriva, poi è la scelta a non essere sempre azzeccata. Entrare in porta con l’uno-due o il triangolo sarebbe l’apoteosi, ma su di un campo scivoloso e con due arieti davanti, il tiro da fuori e l’assist efficace sarebbero le uniche due vie da percorrere. E cosi scorre la prima frazione, con una conclusione alta di Tremolada, una di Palumbo parata da Brenno e un colpo di testa di poco alto di Koutsoupias in pieno recupero che mette i brividi a Gagno. II Bari sembra una squadra ancora molto scottata dall’addio di Mignani, nel primo tempo il Modena avrebbe dovuto approfittarne meglio.

Di fatti, nella ripresa Bianco cambia l’attacco ed entrano Manconi e Falcinelli, Tremolada comincia a calciare con insistenza da fuori e va vicino al colpo grosso al 53’ per ben due volte nel giro di pochi secondi. I canarini danno l’impressione di essere più intraprendenti, ma è solo un’impressione dettata da queste due folate. Perché (e vale lo stesso giudizio del primo tempo) la vera impressione è che dalla cintola in su non si riesca ad essere realmente pericolosi e al Bari basta un contropiede per segnare. Al 72’ Sibilli coglie di sorpresa tutti a centrocampo, coast to coast, uno contro uno con Cauz che, già ammonito, riflette sull’intervento ma Sibilli calcia ancor prima di entrare in area e infila l’angolo.

Si è parlato spesso di uno contro uno, a proposito. Beh, lo offre Bozhanai e grazie a lui il Modena trova il pari: punizione guadagnata al limite, la sfera va a Manconi, calcio perfetto sopra la barriera ed è un gol che fa tirare un sospiro di sollievo a tutta la panchina. E a Paolo Bianco. Ma non si nasconda la polvere sotto al tappeto. L’incisività rischia di essere (a meno che non lo sia già) un problema.

Il tabellino

Bari Modena 1-1

Bari (4-3-3): Brenno; Dorval (89’ Achik). Di Cesare, Vicari, Ricci; Koutsoupias, Maiello (16’ Bellomo), Acampora; Aramu (46’ Morachioli), Diaw (75’ Nasti), Sibilli (75’ Pucino). All.: Marino

Modena (4-3-1-2): Gagno; Ponsi (73’ Riccio). Zaro, Cauz. Cotali; Magnino, Gerli, Palumbo (78’ Strizzolo); Tremolada (73’ Bozhanai): Bonfanti (55 Falcinell), Abiuso (55’ Manconi). All: Bianco

Arbitro: Volpi di Città della Pieve

Reti: 72’ Sibilli, 84’ Manconi

Ammoniti: Ricci. Zaro. Cauz. Cotali, Gerli, Bozhanaj Angoli: 8 a 4. Recupero: 2’ pt, 5’ st

Alessandro Troncone

Continua a leggere tutte le notizie di sport su