Grifo, al "Curi» c’è la Fermana. Il Perugia deve solo vincere. Dopo lo stop serve la ripartenza

Il Perugia cerca la vittoria contro la Fermana per riprendere il cammino interrotto e prepararsi al meglio per la sfida con la Torres. Nonostante le assenze, il tecnico Formisano punta su un atteggiamento aggressivo e un nuovo modulo per superare l'ostacolo. L'obiettivo è scalare la classifica e sfruttare il calendario favorevole.

di FRANCESCA MENCACCI -
14 febbraio 2024
Il Perugia deve solo vincere. Dopo lo stop serve la ripartenza

Federico Ricci torna in campo dal primo minuto

Per dare un senso alla gara di domenica con la Torres, e per riprendere un discorso interrotto due partite fa, il Perugia dovrà conquistare tre punti stasera al Curi con la Fermana. Il 2024 del Grifo di Formisano era iniziato con quattro vittorie roboanti, soprattutto con un Perugia versione macchina da gol, piuttosto inedita. Poi il pareggio con il Rimini e la sciagurata trasferta a Vercelli contro il Sestri Levante hanno rallentato il cammino e consentito alle inseguitrici di raggiugere (Gubbio) e superare (Carrarese) il Perugia. Il Grifo oggi sfida l’ultima in classifica, lo farà ancora una volta in grande emergenza. Una condizione che il Perugia di Formisano ha già conosciuto in diverse partite, senza che questa condizionasse il risultato. Per questo il tecnico biancorosso più che pensare agli assenti ragiona su chi ci sarà e su come dovrà essere superato l’ostacolo. E soprattutto su come non sbagliare ancora. Stasera al Curi, contro il fanalino di coda del campionato, in campo ci sarà un Perugia più aggressivo e propositivo, almeno nelle scelte iniziali di Formisano. In assenza di Sylla e con Seghetti che dovrebbe partire dalla panchina perché non al meglio, il Perugia dovrebbe optare per un 3-4-1-2 puro, con Ricci alle spalle della coppia d’attacco. Serve fare qualcosa di nuovo per ovviare alle mancanze di turno. Serve ritrovare il sorriso che ha caratterizzato un avvio di anno convincente sul piano del gioco e dei risultati. Serve soprattutto scalare la classifica per presentarsi al meglio allo scontro diretto con la Torres e scrollarsi di dosso le avversarie (stasera c’è anche Carrarese-Gubbio). Ripartire si può anche per non vanificare l’opportunità di un calendario che sembrava dare una mano ai biancorossi.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su