Grifo, un ritorno da record. Nove punti con sette gol

Dal giro di boa nessuno ha fatto l’en plein come il Perugia di Formisano. Due vittorie al Curi e soprattutto un attacco ritrovato. Ora testa al Pontedera.

di FRANCESCA MENCACCI -
25 gennaio 2024
Grifo, un ritorno da record. Nove punti con sette gol
Grifo, un ritorno da record. Nove punti con sette gol

Un girone di ritorno record. Meglio di tutti, per punti conquistati e anche per gol realizzati.

Nessuno, dal giro di boa, ha fatto come il Perugia di Formisano. I biancorossi hanno infilato tre successi su tre, con due che sono arrivati al Curi. Un dato da non sottovalutare, visto che nel girone di andata lo stadio biancorosso è stato teatro di pochi successi (tre, con Sestri Levante, Virtus Entella e Gubbio). Il Perugia è in testa alla parziale classifica con nove punti conquistati, grazie alle vittorie con Lucchese, Pescara e Spal. Quattro punti in più rispetto al girone di andata, quando aveva espugnato il campo di Ferrara e aveva conquistato due pareggi contro Lucchese (in trasferta) e Pescara (al Curi).

Il Cesena, capolista indiscussa e di fatto praticamente irraggiungibile per un cammino impressionante, ha messo insieme 7 punti, la Torres, seconda in graduatoria, invece, sei.

Ma quello che fa ancora più notizia è che in questo girone di ritorno il Grifo è in testa alla classifica anche per reti segnate: ben sette contro le cinque realizzate dal Cesena, autentica macchina da gol. Un solo gol subito, quello a inizio primo tempo contro la Spal. Questi numeri regalano anche la miglior differenza reti, perché il Cesena non ne ha subite neppure una, ma ha un attivo di cinque, contro i sei del Perugia. Nel girone di andata, invece, furono tre le reti realizzate e due quelle incassate.

Di questo passo spedito, convincente e anche divertente, che il Grifo proverà a tenere più che potrà, c’è sicuramente lo zampino di Formisano, ma anche del rinforzo tanto atteso in attacco, quello di Sylla che, al di là dei gol, ha dato un grande aiuto alla fase offensiva biancorossa. Il Perugia adesso dovrà alzare l’attenzione perché il Pontedera, in casa, è capace di tutto: di vincere facilmente e anche di pesanti cadute.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su