Pari al "Curi", il Perugia resta a secco. Il portiere Colombi ferma il volo del Grifo

I biancorossi sbattono contro la saracinesca del Rimini. Inutile assalto nel secondo tempo, sfuma la quinta vittoria di fila

di FRANCESCA MENCACCI -
4 febbraio 2024
Pari al "Curi", il Perugia resta a secco. Il portiere Colombi ferma il volo del Grifo
Pari al "Curi", il Perugia resta a secco. Il portiere Colombi ferma il volo del Grifo

Dopo una scorpacciata di gol, stavolta il Perugia resta a secco. Anche il Rimini, però. Ai biancorossi non riesce il pokerissimo, nonostante la richiesta dei tifosi del Grifo che prima del via espongono lo striscione "Vogliamo vincere". C’è da dire che la squadra di Formisano ci ha provato fino all’ultimo, così come c’è da dire che con la squadra ridotta ai minimi termini (e visti gli infortuni l’emergenza non rientrerà a breve), la possibilità di studiare soluzioni nuove, in corsa, è venuta meno. Un pari che lascia qualche rimpianto, perché le due vere occasioni sono del Perugia, nel primo tempo con Sylla e nella ripresa con Seghetti. Ma il Rimini si è difeso con ordine, compattezza e attenzione, anche quando il Perugia ci ha provato, prendendosi il campo, in tutti i modi, a tratti (pochi) anche in maniera irrazionale.

La gara. I biancorossi spingono dal primo minuto, ma il Rimini, almeno nella prima parte, non è squadra venuta ad aspettare gli eventi e cerca di infilare il Perugia sulle corsie esterne, soprattutto con Lamesta che oltre a creare qualche grattacapo sulla fascia sinistra del Grifo, spazia in più zone dell’attacco. Ma più che ad attaccare, la squadra ospite è ben organizzata a difendere. Il Grifo insiste e al 22’ chiede un rigore per un episodio dubbio in area del Rimini con Paz che finisce a terra ma per l’arbitro è fallo in attacco. È il preludio alla prima vera occasione del Perugia al 24’: cross di Lisi dalla sinistra, colpo di testa di Sylla a due passi dalla porta, Colombi respinge. Il pallino del gioco è della squadra di Formisano, che dal basso manovra per trovare soluzioni, si gioca soprattutto sulla sinistra, ma gli avversari alzano il muro. Verso lo scadere di tempo un altro intervento sospetto in area ospite, sempre con Paz protagonista ma per Virgilio non c’è nulla.

Nell’intervallo Formisano non cambia nulla, anche perché l’emergenza diminuisce la scelta, ma il Grifo, con qualche pausa si costruisce due occasioni nel giro di un minuto, prima con Paz (anticipato di un soffio da un difensore avversario, 11’) e poi con Kouan, su cross di Lisi. Al 16’ è Seghetti ad andare vicino al gol: l’attaccante sfonda centralmente, entra in area poi però conclude troppo centrale, con Colombi che respinge. I minuti passano nella metà campo del Rimini, il Perugia ci prova per vie centrali, sulle fasce e con lanci lunghi. Ma stavolta non arriva il gol. Ma la corsa continua.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su