Perugia, c’è la Juve Next Gen per ripartire. Oggi al "Curi" tanti i giovani in vetrina

Dopo i 4 punti in altrettante gare, la squadra di Formisano deve tornare a vincere. Il tecnico tentato da Agosti dal primo minuto

di FRANCESCA MENCACCI -
25 febbraio 2024
Perugia, c’è la Juve Next Gen per ripartire. Oggi al "Curi" tanti i giovani in vetrina

Il difensore Paz in azione (foto Crocchioni)

Il Perugia deve tornare a correre. La settimana con le tre sfide ravvicinate ha frenato la corsa della squadra di Formisano che, complice un’emergenza che perdura anche oggi, ha pagato un po’ di stanchezza e qualche ingenuità (una partita in dieci per più di un’ora e il fallo da rigore). La partita per ripartire è quella con la Juventus Next gen, squadra composta da giovani che sognano la maglia della prima squadra (il portiere Daffara ieri è stato convocato da Allegri), ma che soprattutto hanno trovato l’ispirazione giusta, dopo un girone di rodaggio.

Sarà un match tra giovani, la panchina biancorossa, infatti, è composta soprattutto da calciatori provenienti della Primavera. Una situazione, certo, che non spaventa Formisano. Anzi. L’allenatore è felice di poter dare un’opportunità ai biancorossi che ha visto all’opera in primavera prima di sedersi sulla panchina del Perugia. Infatti oggi potrebbe scattare la grande occasione di Agosti, centrocampista classe 2005. Il giocatore potrebbe avere l’opportunità di gocare in mediana insieme a Torrasi. Un’idea dall’inizio, o in corsa se Formisano sceglierà Iannoni. La lista degli indisponibili conta sei protagonisti e il giovane Polizzi: non saranno infatti della gara Angella, Vulikic, Bozzolan, Ricci, Vazquez e lo squalificato Kouan. Quali le scelte di Formisano per la prima delle due sfide interne che dovranno regalare punti importanti al Grifo? In difesa, spazio a Mezzoni, Lewis e Dell’Orco, sulle fasce scatterà la conferma per Paz a destra e Lisi sulla corsia opposta, mentre al centro, come si diceva, potrebbe avere una chance Agosti insieme a Torrasi. L’idea pare essere quella del trequartista, con Matos alle spalle della coppia d’attacco formata da Sylla e Seghetti. Nel caso in cui il Perugia si schiererà col 3-5-2, in mediana ci sarà anche Iannoni, con Matos in avvio in panchina. La sfida si preannuncia divertente, i punti peseranno di più per i biancorossi.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su