Ciclismo, la pratese Guazzini campionessa europea su pista

In Olanda nell'inseguimento a squadre il trenino rosa detta legge

di ANTONIO MANNORI -
11 gennaio 2024
Il quartetto azzurro in azione

Il quartetto azzurro in azione

Apeldoom (Olanda), 11 gennaio 2024 - Torna a splendere la stella di Vittoria Guazzini dopo la sfortunata stagione 2023. L’inizio del nuovo anno, quello delle Olimpiadi di Parigi, si apre con il trionfo del trenino rosa formato oltre che dalla campionessa di Poggio a Caiano, da Elisa Balsamo, Letizia Paternoster e Martina Fidanza che hanno fornito una grande prestazione superando nella finalissima e quindi prendendosi la rivincita sul quartetto iridato britannico. Le azzurre già in sede di qualifica avevano dimostrato di essere in grandi condizioni e trascinate dalla pratese avevano fatto segnare il miglior tempo. Il quartetto azzurro sulla pista olandese di Apeldoom ha percorso i 4 km in 4'12"551 stroncando la resistenza delle rivali che schieravano ben tre campionesse mondiali. All'altezza del terzo chilometro le azzurre hanno accelerato e costretto a deragliare il trenino avversario composto da Barker, Knight, Morris e Roberts. Anche nella finale per l’oro grande prova di potenza da parte della Guazzini, con un finale strepitoso e per la pratese una nuova medaglia d’oro in campo europeo nel primo impegno importante della stagione. Era anche il primo banco di prova in chiave olimpica, e se il buon dì si vede dal mattino… le azzurre guidate dal ct Marco Villa, possono aspirare a conquistare l’oro olimpico che è il sogno di Vittoria Guazzini in questa stagione 2024.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su