Martin rilancia la sfida. "Pecco deve stare attento, adesso so come batterlo”

“Lui è un campione, ha fatto subito il bis. Ma nelle ultime gare ho capito dove sono i suoi punti deboli”

di PINO DI BLASIO -
16 dicembre 2023
"Pecco deve stare attento, adesso so come batterlo"
"Pecco deve stare attento, adesso so come batterlo"

Casole d’Elsa (Siena), 16 dicembre 2023 – Jorge Martin arriva dopo le 13 nel quartier generale della Pramac, per il pranzo degli auguri con i 400 dipendenti dell’azienda che produce gruppi elettogeni. Pramac Moto Racing è una delle 19 divisioni del gruppo, tassello della holding americana Generac. Con lui non c’è il ceo Paolo Campinoti, il patron della squadra corse in MotoGp, ma Gino Borsoi, il team manager che vive a Valencia e si coccola il suo pilota, che ha sfiorato il titolo di campione del mondo, perso solo all’ultimo gran premio.

"Non voglio tornare a quella domenica a Valencia – ribadisce nell’epilogo dell’intervista Jorge Martin – voglio guardare all’anno prossimo. Imparerò dai miei errori, ho visto quali sono i punti deboli di Bagnaia. Non te li dirò di certo, mi serviranno per batterlo l’anno prossimo".

Torniamo all’inizio. La tua stagione è stata fantastica, soprattutto nella seconda parte...

"Mi piace essere qui a festeggiare i successi con i lavoratori, ti fa sentire parte di una grande famiglia. Riassumere tutti i gran premi dell’anno in poche frasi è complicato. Posso ripetere che abbiamo ottenuto risultati fantastici, che è stata una bella cavalcata e che Pramac Racing è il primo team satellite che è stato capace di vincere il titolo mondiale a squadre".

Hai trovato subito il giusto feeling con la Ducati Pramac?

"E’ il terzo anno che corro con la Ducati, è andata bene soprattutto in questa stagione con la stessa moto del team ufficiale. Peccato per il finale, ma dobbiamo imparare dagli errori e provare a vincere l’anno prossimo".

Qual è il segreto del team, da più di 20 anni in MotoGp?

"Il fatto di essere una famiglia, oltre che una squadra. Ti insegna a gestire i momenti felici e anche quelli che non lo sono".

Quale sarà il prossimo passo?

"Migliorare step by step, imparare dagli errori commessi durante l’anno, in qualche gran premio. Penso che riusciremo a centrare il nostro obiettivo se focalizziamo i nostri sforzi su questo processo di crescita".

Ti senti più forte rispetto al passato? Non a caso ti hanno ribattezzato Martinator...

"Penso di aver acquisito consapevolezza, fiducia nei miei mezzi e nella potenza della moto. Il motore di quest’anno era nettamente migliore. Mi ha consentito di vincere subito delle gare, sia sprint race che gran premi. Lo step più importante è stato questo".

Sognavi questo da bambino?

"Non avrei mai sognato di arrivare fin qui, oggi siamo al top. Ma il mio sogno adesso è diventare campione del mondo".

Lo so che non è facile, ma torniamo a domenica 26 novembre. Circuito Ricardo Tormo, primi giri, tentativo di sorpassare Bagnaia, poi...

"Prima della partenza volevo vincere anche se sapevo che poteva non bastare per essere campione del mondo. Non sono riuscito a sorpassare Bagnaia, sono andato lungo, poi l’incidente e la fine del sogno".

Dopo la vittoria nella sprint race del sabato, avevi detto ’ya se puede’, si può fare...

"Si poteva, ma era molto difficile. Basta con i ricordi, guardiamo al dopo".

L’abbraccio con Campinoti ai box e poi con tutto il team è stato toccante anche in tv...

"La prova che siamo una famiglia, che si vince e si perde tutti insieme".

Come sarà correre con Morbidelli come compagno di squadra?

"Non guardo molto al mio compagno di squadra, guardo sempre chi è davanti. Spero di fare un bel lavoro, di tornare a vincere come squadra. E soprattutto di tornare a vincere come Jorge Martin".

Chi è per te Pecco Bagnaia?

"Un pilota capace di vincere due mondiali di fila è un grande campione per forza. Sarà l’uomo da battere nel 2024, dobbiamo trovare i suoi punti deboli se vogliamo vincere".

Li hai già scoperti?

"Qualcuno l’ho capito, ma è meglio non dirlo. Sarà il segreto per il prossimo mondiale".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su