Capolavoro Sarrazin: è il re della discesa di Bormio. Secondo Odermatt, Paris cade

Il francese ottiene la sua prima vittoria di Coppa del Mondo con una magistrale prova sulla Stelvio, lo svizzero si inchina per pochi centesimi. Casse, miglior italiano, è sesto

di MANUEL MINGUZZI -
28 dicembre 2023
Cyprien Sarrazin
Cyprien Sarrazin

Bormio, 28 dicembre 2023 – La Stelvio di Bormio ha un nuovo re: si chiama Cyprien Sarrazin. Prima vittoria in carriera per il francese che doma la discesa più faticosa della Coppa del Mondo con una prova aggressiva e concreta, con ottime linee e abbondante velocità, battendo tutti i mostri sacri della disciplina e beffando Marco Odermatt di appena nove centesimi. Tutti gli altri hanno fatto un altro sport con distacchi abissali, con Cameron Alexander terzo ma a 1”23 di ritardo e dal quinto in su i distacchi sono saliti sopra i due secondi. Due errori per Kilde e Paris, entrambi fuori dalla lotta al podio, e anche Marco Schwarz non arriva al traguardo, così il miglior azzurro è Mattia Casse.

Sarrazin superlativo, tre big fuori

Neve dura e lucida a Bormio, per una Stelvio che mette i lustrini nel suo splendore. Visibilità piatta e sci che sbattono. Discesa per veri duri. Cyprien Sarrazin è il più convincente, in pieno controllo degli sci, della velocità e delle linee. Il francese attacca e va veloce, soprattutto gli rimangono gambe reattive anche nell’ultimo settore, quello dove gli arti bruciano di più, ed è proprio lì che batte Odermatt che si era presentato in vantaggio al penultimo intermedio. Il francese vince in 1’50”73 con 9 centesimi sullo svizzero, grazie ad un recupero di 23 nell’ultimo settore. Odermatt ci ha provato, ma ancora una volta è stato costretto rimandare il successo in discesa per pochi centesimi - qui a Bormio anche nel 2021 perse di pochissimo. Può comunque essere soddisfatto perché Kilde ha commesso un errore ed è uscito prima del salto di San Pietro, lasciando il pettorale rosso, e anche Paris, che stava viaggiando con tempi da podio, ha abdicato per una rotazione dopo un dosso che lo ha portato a scivolare. Domme, che era in vantaggio nei primi due intermedi, ha poi continuato la gara ma ha chiuso a oltre sei secondi di ritardo. Fuori anche Marco Schwarz, finito in rotazione poco prima del terzo intermedio e per lui potrebbe esserci stato anche un problema fisico al ginocchio. Così il podio se lo è preso il canadese Cameron Alexander, ma staccato di 1”23, segno che i primi due hanno fatto un altro sport. Poco efficace anche Vincent Kriechmayr, preciso con le linee ma lento e alla fine ha chiuso in ritardo di 2”07 per la posizione numero cinque, alle spalle anche del sorprendente Justin Murisier quarto a 1”81. Il miglior italiano è stato invece Mattia Casse, in linea con gli altri della top ten a 2”07 in posizione numero sei. Prova solida quella dell’azzurro ma per la lotta al podio c’è stato poco da fare. Si è salvato anche Florian Schieder, alla fine undicesimo. Con il secondo posto di oggi Odermatt consolida la vetta della classifica generale con 536 punti, davanti ai 464 di Marco Schwarz che però è stato trasportato in ospedale per accertamenti

Classifica discesa Bormio

1) Cyprien Sarrazin 1’50”73

2) Marco Odermatt +0.09

3) Cameron Alexander +1.23

4) Justin Murisier +1.81

5) Vincent Kriechmayr +2.07

6) Mattia Casse +2.15

7) Niels Hintermann +2.21

8) James Crawford +2.36

9) Miha Robat +2.45

10) Alexis Monney +2.58

Continua a leggere tutte le notizie di sport su