Sinner, il tecnico Vagnozzi: “Stiamo lavorando sull’aspetto fisico. Polemiche Davis? Hanno fatto male”

L’allenatore dell’altoatesino guarda al 2024, soprattutto agli slam per lottare anche tre set su cinque: primo obiettivo Australian Open

di MANUEL MINGUZZI -
23 dicembre 2023
Jannik Sinner durante le ATP Finals 2023 (Ansa)
Jannik Sinner durante le ATP Finals 2023 (Ansa)

Bologna, 23 dicembre 2023 - Un 2023 di alto livello, con il quarto posto della classifica mondiale, il primo 1000 vinto, un autunno fantastico con tante partite di livello vinte, i tornei di Vienna, la finale nel master di Torino, la Coppa Davis riportata in Italia dopo un lungo digiuno, ma tutto sui due set su tre mentre l’obiettivo per il 2024 è poter competere ad alto livello anche tre su cinque. Jannik Sinner è al lavoro per confermarsi e, se possibile, migliorare ulteriormente. Simone Vagnozzi, coach dell’anno assieme a Darren Cahill, disegna così la prossima stagione di Jannik: obiettivo slam.  

Vagnozzi: “Lavoriamo sulla tenuta fisica. Davis? Brutte polemiche”

Un 2023 molto buono, quasi straordinario, ma il processo di crescita non si ferma. Quello di Sinner non deve essere un punto di arrivo ma di partenza. Vagnozzi parla chiaro, partendo dall’analisi degli ultimi mesi: “Siamo molto contenti della stagione e gli ultimi tre mesi sono andati particolarmente bene - le sue parole a Oasport - Abbiamo battuto tanti giocatori forti ma anche a inizio anno Jannik era andato bene, c’è stata una flessione solo sulla terra rossa”. Sinner dunque sta colmando il gap che lo separano dalla vetta assoluta, ha grande talento ma il suo punto di partenza era diverso dai rivali: “Gli altri erano più avanti di lui tecnicamente, tatticamente e fisicamente, doveva lavorare per migliorare alcun aspetti - ancora Vagnozzi - Jannik ha sempre avuto grandi qualità, ma aveva bisogno di tempo per migliorare. Possiamo fare ancora meglio al servizio, può migliorare le discese a rete e può giocare con maggior sicurezza anche lo slice di rovescio per faticare meno e trovare variazioni di ritmo”. E adesso si punta agli Slam, ma lì si gioca tre set su cinque e Jannik dovrà trovare una maggior tenuta dal punto di vista fisico: “Nel 2024 vogliamo stabilizzarci a questo livello - l’obiettivo di Vagnozzi - Se riuscirà a farlo ci saranno molte occasioni di fare bene nei tornei che contano e in questa preparazione ci siamo concentrati proprio sull’aspetto fisico. Stiamo lavorando sulla resistenza nei match lunghi e nel recupero per poter giocare ogni due giorni negli slam”. L’unica nota stonata è rappresentata dalle polemiche a settembre per la sua assenza in Coppa Davis nel girone di Bologna. Sinner ne ha sofferto, ma ormai è acqua passata e ha risposto sul campo trascinando la squadra alla vittoria in quel di Malaga: “Non ci ha fatto piacere la polemica, ma a Jannik ho detto che doveva dare risposte in campo e lo ha fatto. Ormai è una cosa passata”. Sinner ora si sta preparando in Spagna e ultimamente si è allenato assieme all’amico Carlos Alcaraz, con massima concentrazione verso gli Australian Open che si giocheranno dal 14 al 28 gennaio. Sarà la prima occasione per vincere il tanto atteso slam. Leggi anche - Riecco Sinner, si allena con Alcaraz con l'obiettivo Melbourne  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su