Sinner ha messo la freccia. Ora il sorpasso è possibile. La corsa al podio Atp riparte da Rotterdam

Medvedev non c’è: in caso di titolo Jannik salirà al numero 3 al mondo

10 febbraio 2024
Ora il sorpasso è possibile. La corsa al podio Atp riparte da Rotterdam
Ora il sorpasso è possibile. La corsa al podio Atp riparte da Rotterdam

Tra campo, palestra e un salto al Quirinale Jannik ricomincia la sua corsa all’Olimpo del Tennis. Rotterdam è nel mirino e il diretto avversario Daniil Medvedev non c’è: da lunedì la chance di conquistare la terza posizione Atp si avvicinerà turno dopo turno, fino alla finale. Sì, perché in caso di vittoria finale scavalcherebbe il russo, finendo sul podio del tennis. L’anno scorso fu proprio Daniil a battere Sinner in finale, ma stavolta il russo passerà direttamente al Sunshine Double, Miami e Indian Wells.

Jannik è arrivato ieri nella città olandese. Giocherà da testa di serie numero uno. Al primo turno ritrova l’olandese Botic Van de Zandschulp, numero 63, lo stesso avversario contro il quale ha iniziato il suo trionfale cammino all’Australian Open. Musetti, numero 27, affronta invece un altro padrone di casa, Tallon Griekspoor, numero 30, che l’ha battuto nell’unico precedente nelle qualificazioni dell’Australian Open 2020. Sonego, numero 46 è l’unico dei tre italiani nella parte bassa del tabellone. Il torinese debutta contro il bulgaro Grigor Dimitrov, numero 13 (nessun precedente).L’ostacolo più grosso per Jannik potrebbe essere Andrey Rublev, numero 5 del mondo, regolato in tre set nei quarti a Melbourne. L’altro è il danese Holger Rune, numero 7 del ranking, un po’ un’incognita però dopo l’eliminazione subita al secondo turno in Australia e l’ennesima rivoluzione nel proprio staff (dopo 4 mesi è già finita fra lui e la leggenda Boris Becker).

g. t.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su