Cormio sui quarti di Champions. "Lube, contro Ankara una rivincita. Sono forti, ma lo siamo anche noi»

La Lube Civitanova affronterà l'Halkbank Ankara nei quarti di finale della Champions League di pallavolo maschile. La squadra turca ha sconfitto lo Zaksa Kedzierzyn-Kozle con un netto 3-0. Nonostante la sfida sia difficile, il direttore generale della Lube, Beppe Cormio, si dice fiducioso nel potenziale della sua squadra.

9 febbraio 2024
"Lube, contro Ankara una rivincita. Sono forti, ma lo siamo anche noi"
"Lube, contro Ankara una rivincita. Sono forti, ma lo siamo anche noi"

Che l’impero polacco fosse "messo male" se n’erano accorti tutti in una stagione non esaltante, ma la caduta degli dei dello Zaksa è stata proprio rumorosa. Ad Ankara l’Halkbank ha steso 3-0 i vincitori delle ultime tre Champions League nello spareggio playoff e così i turchi saranno gli avversari della Lube nei quarti di finale. Esattamente come un anno fa, confidando che stavolta l’esito della doppia sfida sia favorevole, anche se lo scoglio ora appare ancor più duro per Civitanova. Il match di andata andrà in scena nella capitale ottomana tra martedì 20 e giovedì 22 febbraio (data da definire), mentre la gara di ritorno è fissata alle 20.30 di mercoledì 28 febbraio all’Eurosuole Forum. Il direttore generale Beppe Cormio, che mercoledì ha seguito in streaming la prova di forza dell’Halkbank, parla di una rivale rinforzata rispetto alla passata stagione e la ritiene la favorita. Tuttavia ripone la massima fiducia sulle possibilità di un’impresa da parte della Lube contro fuoriclasse del calibro Nimir e Ngapeth. Sarà anche sfida in famiglia tra i fratelli Lagumdzija, Adis e Mirza. "La vittoria dell’Halkbank sullo Zaksa – esordisce Cormio – era probabile già alla vigilia del doppio turno perché ai campioni d’Europa mancava il miglior atleta, lo schiacciatore Sliwka. Rispetto allo scorso anno la formazione di Ankara è ancora più forte perché ha ingaggiato elementi come Ngapeth e Perrin confermando gli altri punti di forza. Contro i polacchi l’opposto Nimir ha offerto una prestazione sensazionale, un attaccante così in questo momento non lo ha nessuno. Mi aspettavo quindi di affrontare nei quarti proprio i turchi, che anche nel prossimo turno saranno i favoriti sulla carta. Memori di quanto accaduto lo scorso anno, noi cercheremo di prenderci una rivincita. Sono convinto – conclude il dg – che la Cucine Lube Civitanova ha il potenziale per giocare alla pari contro un’avversaria di spessore come l’Halkbank Ankara".

La squadra ora allenata da Slobodan Kovac, vecchia conoscenza biancorossa, giocatore di Macerata sul finire degli anni ’90, ha impartito una sonora lezione allo Zaksa sempre privo del mancino Sliwka e pure reduce da un virus che aveva debilitato vari elementi. Un 3-0 che ha iniziato a concretizzarsi quando i turchi hanno recuperato dopo la pessima partenza 1-8. Ancora sotto 18-21, l’Halkbank ha saputo imporsi 32-30 e il set perso così, dopo ben 50’, ha tagliato le gambe ai polacchi (che avevano vinto 3-2 la settimana prima). Nel secondo e terzo parziale Ankara è sempre stata avanti e vinto 25-21 e 25-22. Abdel Aziz grande mattatore, per lui 28 punti col 58%, servito addirittura 43 volte. Per Ngapeth invece 5/20. Dall’altra parte male Bednorz che non ha giocato il terzo set. Niente da fare infine per Praga che era nel girone assieme ai biancorossi. I cechi sono stati eliminati dal Las Palmas e così la Spagna riporta una squadra nei quarti dopo 17 anni.

Andrea Scoppa

Continua a leggere tutte le notizie di sport su