Il posticipo. Savino Del Bene ancora a segno

Scandicci passa anche a Casalmaggiore senza eccessivi patemi. Gara equilibrata solo nel secondo set

22 gennaio 2024
Savino Del Bene ancora a segno
Savino Del Bene ancora a segno

CASALMAGGIORE

0

SAVINO DEL BENE

3

TRASPORTI PESANTI CASALMAGGIORE: Perinelli 3, Avenia n.e., Colombo 1, Lohuis 7, Manfredini 3, De Bortoli (L1), Hancock 2, Edwards 1, Faraone, Obossa, Smarzek 16, Cagnin 4, Lee 10. All.: Pintus L.

SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Alberti 10, Herbots, Zhu Ting 9, Ruddins (L2) ne, Di Iulio ne, Villani 6, Ognjenovic 1, Parrocchiale (L1), Armini ne, Nwakalor n.e., Washington 13, Carol ne, Antropova 19, Diop ne. All.: Barbolini M.

Arbitri: Clemente - Piana

Parziali: 22-25, 20-25, 17-25

Una macchina (quasi) perfetta, un leggero calo con qualche errore di troppo nel secondo set ma la Savino Del Bene quando sente le avversarie col fiato sul collo riesce sempre a trovare il guizzo giusto. E così al Pala Radi di Cremona conquista un’altra vittoria contro il Casalmaggiore che ha lottato, dato sprazzi di bel gioco ma alla fine ha dovuto chinare la testa. Barbolini fa rotazione e schiera anche chi finora ha giocato meno affidandosi a questo sestetto: Ognjenovic in palleggio, Antropova opposto Alberti e Washinghton al centro, Villani e Zhu Ting a schiacciare, con Parrocchiale libero. Grande primo set delle biancobù, Ognjenovic dirige l’orchestra con ripetute magie che trovano Antropova, Washington e Villani pronte a chiudere. Ottimo anche a muro e in difesa, con Parrocchiale ancora una volta in grande evidenza,

Scandicci va subito in fuga con un’Antropova su di giri: un muro vincente, un pallonetto di grande astuzia e un ace a seguire. Si arriva a + 6 (17-11) quando il Casalmaggiore, con Smarzek e Lee accorcia le distanze, arriva a -2 (23-21). A quel punto Barbolini chiama a sé la squadra che, alla ripresa del gioco, su un diagonale fuori di Casalmaggiore, guadagna un primo set point. L’errore su battuta di Herbots, entrata nel frattempo, lo annulla ma ci pensa Antropova a portare le biancoblù sull’1-0.

La seconda frazione è stata più sofferta, Casalmaggiore ha trovato fiducia grazie anche ai punti firmati da Louhis. Il vantaggio dello Scandicci, dal +5 (20-15) si assottiglia fino a +2 (21-19) ma con Antropova (ancora) e un attacco fuori di Smarzek si porta al 2-0. Superato l’ostacolo la Savino imbocca la discesa, terzo set a senso unico; sul 13-10 la squadra va in fugq e tira giù le tende con uno splendido ace della solita Antropova, la top scorer con 19 punti. Ognjenovic (MVP), una partita splendida l’MVP, ma anche Villani, Zhu e Washington hanno contribuito da par loro a questo successo. f.m.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su