Lube, Blengini ct della Bulgaria. È ufficiale: contratto di tre anni. E sul mercato spunta Boninfante

Gianlorenzo Blengini sarà il nuovo ct della Bulgaria. La Lube affronta la fase finale della regular season tra voci di mercato e infortuni. Rumors riguardano il possibile addio di Podrascanin a Trento e l'interesse della Sir per Loser. La Lube potrebbe sostituire De Cecco con Orduna e Boninfante. Infortuni per Zaytsev, Piano e Federici. Verona torna al completo.

10 febbraio 2024
È ufficiale: contratto di tre anni. E sul mercato spunta Boninfante
È ufficiale: contratto di tre anni. E sul mercato spunta Boninfante

È ufficiale: Gianlorenzo Blengini da giugno sarà il nuovo ct della Bulgaria. Confermate le indiscrezioni che giravano da mesi sul futuro del coach della Lube: contratto tre anni più opzione per altri due. Intanto si entra nella fase conclusiva della regular season tra voci di mercato e infortuni che, a questo punto, diventano fattori assai rilevanti. La Lube domani alle 18 giocherà a Taranto la quint’ultima partita e la prima di due trasferte ravvicinate agli antipodi per classifica e viaggio. Dai salentini che sono penultimi alle Dolomiti dove mercoledì ci si misurerà contro la capolista Trento. I biancorossi scenderanno in campo un giorno dopo Piacenza che anticipa oggi contro Monza e che precede Civitanova di 3 punti. Anche Taranto giocherà dopo aver saputo il risultato di Catania, ma la Farmitalia ultima staccata 6 punti appare spacciata nel testa-coda contro i campioni d’Italia.

Alcuni rumors di mercato delle ultime ore riguardano proprio i dolomitici. Dopo aver blindato con rinnovi di contratto Michieletto, Lavia e Sbertoli, Trento sarebbe sul punto di salutare Podrascanin. Il baluardo-centrale, quasi 37enne, potrebbe lasciare l’Italia e finire la carriera in Giappone. Così Trento sarebbe vicinissima a chiudere con Flavio, brasiliano in forza alla Sir. A proposito degli umbri, è stato prolungato il contratto con Giannelli e il presidente Sirci ha confermato l’interesse per Loser. Il centrale di Milano, attualmente il migliore in SuperLega per muri/set, andrebbe a formare una coppia granitica col connazionale Solè. La Sir guarda in casa Allianz anche per Ishikawa, anche se Sirci gioca un po’ sull’argomento dicendo che l’affare ha costi elevati. Le ultime sulla Lube riguardano invece la regia e sembrano fantasiose, ma mai dire mai sul mercato. Indiscrezioni danno i biancorossi e De Cecco in rottura, tanto che l’argentino avrebbe risolto il vincolo con Civitanova e la Lube, conscia di non arrivare a Porro (sempre Milano) perché troppo caro, avrebbe individuato Orduna per il presente e Boninfante per il futuro. Detto che il secondo, classe 2004, promette molto bene e che l’opzione garantirebbe di poter sfruttare uno straniero in più in altri ruoli (Chinenyeze titolare senza problemi oppure lo schiacciatore di fianco a Nikolov), sembra però una soluzione atipica per la Lube che negli ultimi anni ha sempre avuto il top nel ruolo: Christensen, Bruno, De Cecco.

In attesa del futuro, sul presente possono pesare gli infortuni. La Lube fino a fine mese non avrà Zaytsev, l’unico schiacciatore esperto e garanzia in ricezione. Per operazioni al menisco invece Milano (quinta a -3 da Civitanova) perde il centrale Piano e Modena il libero Federici. Domani la neo squadra di Giuliani ospita Cisterna che l’ha appena tolta dalla griglia delle prime otto, uno spareggio. Chi invece ha smaltito gli infortuni ed è tornata al completo è Verona (sesta a -4 ). La Rana ha vinto 8 delle ultime 9 partite, meglio evitare Mozic e soci nei playoff.

Andrea Scoppa

Continua a leggere tutte le notizie di sport su