Lube, è arrivata la giusta reazione. A Cisterna una vittoria importante

Primo set senza storia, poi i padroni di casa ci provano: i cucinieri questa volta però non sbagliano il match

9 dicembre 2023
Lube, è arrivata la giusta reazione. A Cisterna una vittoria importante

I giocatori della Lube festeggiano per il successo ottenuto (foto Paola Libralato)

CISTERNA VOLLEY

1

LUBE CIVITANOVA

3

CISTERNA VOLLEY: Baranowicz 0, Ramon 15, Mazzone 1, Faure 18, Peric 6, Nedeljkovic 9, De Santis (L), Giani 0, Piccinelli (L), Rossi 3, Czerwinski 0, Bayram 4. N.E. Tosti, Finauri. All. Falasca.

LUBE CIVITANOVA: De Cecco 1, Zaytsev 16, Chinenyeze 12, Lagumdzija 14, Nikolov 16, Anzani 3, Bisotto (L), Motzo 0, Balaso (L), Diamantini 1, Bottolo 0, Yant Herrera 3. N.E. Thelle, Larizza. All. Blengini.

Arbitri: Cerra, Pozzato, Salvati.

Note: parziali: 14-25, 21-25, 25-22, 19-25. Durata set: 26′, 26′, 28′, 28′; tot: 108′.

Pronta reazione della Lube Civitanova che riprende la marcia in campionato dopo la sconfitta interna contro la capolista Trentino. Nell’anticipo della nona giornata di Regular Season di Superlega, gli uomini di coach Blengini espugnano il campo della Cisterna Volley per 3-1 e salgono a quota 16 punti in classifica.

Sin dal primo set i cucinieri provano a mostrare i muscoli, vogliosi di riscatto per risalire la graduatoria. La partenza dei biancorossi è ottima, basata su una ricezione pressoché perfetta. Cisterna non riesce a bucare la difesa della Lube e gli ospiti ne approfittano per piazzare un break di cinque punti che spacca in due il parziale grazie alle battute di De Cecco: al resto ci pensano Zaytsev e Nikolov che martellano ulteriormente al servizio, scavando il solco che incanala la contesa in favore di Civitanova. I biancorossi prendono il largo con estrema facilità, portandosi senza patemi sull’1-0 (25-14).

Nel secondo set i padroni di casa provano a cambiare passo, con il sestetto di Falasca che trova nuove soluzioni al muro ospite. A guidare Cisterna è l’opposto Faure, che trova il sorpasso sul 17-15. Civitanova, però, non molla la presa e risponde prontamente grazie alle giocate di Nikolov che propizia il contro-sorpasso: l’arrivo in volata è sul punto a punto, ma la Lube trova il guizzo giusto e con Chinenyeze firma il 2-0 (25-21).

Cisterna è con le spalle al muro, partendo a rilento anche nel terzo set sotto i colpi di Zaytsev (3-0). Per la Lube sembra una marcia trionfale, ma i locali non demordono e con il solito Faure si rimettono in carreggiata. Il neo entrato Bayram sfrutta un ottimo turno di servizio per allungare sul 16-12, vantaggio che i laziali conserveranno fino alla fine: la Lube molla il colpo e la gara è riaperta sul 25-22.

Nel quarto set Civitanova torna in campo con decisione, volenterosa di spazzare via ogni tipo di timore: Zaytsev in battuta apre il parziale con un decisivo 6-0 che spalanca le porte ai cucinieri. Cisterna vende cara la pelle, ma la spallata finale arriva da Lagumdzija che sale in cattedra e annulla ogni tentativo di rimonta. La Lube controlla senza patemi e con l’attacco di Chinenyeze trova il 25-19 che chiude definitivamente i giochi.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su