Perugia avanti in Coppa. Schiacciata pure Modena

La squadra di coach Lorenzetti si impone al PalaBarton nel quarto di finale. Tornerà protagonista nell’epilogo del torneo il 27 e 28 gennaio a Bologna.

di ALBERTO AGLIETTI -
5 gennaio 2024
Perugia avanti in Coppa. Schiacciata pure Modena
Perugia avanti in Coppa. Schiacciata pure Modena

SIR SUSA VIM

3

VALSA GROUP MODENA

0

(25-22, 25-16, 25-18)

: Semeniuk 14, Herrera 13, Plotnytskyi 9, Resende Gualberto 6, Giannelli 4, Solé 3, Colaci (L1), Held, Russo, Ben Tara. N.E. – Ropret, Leòn, Candellaro, Toscani (L2).

All. Angelo Lorenzetti.

MODENA: Rinaldi 10, Sapozhkov 10, Juantorena 9, Brehme 4, Sanguinetti 6, Mossa de Rezende 2, Federici (L1), Davyskiba 2, Stankovic, Boninfante.

N.E. – Pinali G., Pinali R., Sighinolfi, Gollini (L2). All. Francesco Petrella.

Arbitri: Marco Zavater (RM) ed Andrea Pozzato (BZ).

SIR (b.s. 11, v. 6, muri 5, errori 2).

VALSA (b.s. 15, v. 3, muri 3, errori 11).

Tutto secondo pronostico al PalaBarton nel quarto di finale di coppa Italia di pallavolo, la Sir Susa Vim Perugia di coach Angelo Lorenzetti, malgrado le non perfette condizioni fisiche, schiaccia una Valsa Group Modena che dura un solo set.

A fare la differenza è stato l’attacco, fondamentale che ha girato a dovere, mettendo in ambasce i nemici. Di tutti gli abbinamenti quello contro i canarini era il più temuto per i risvolti agonistici che sempre offre, ma nella gara da dentro o fuori i bianconeri del presidente Sirci non hanno fallito, sfoderando una tenuta mentale migliore di quella vista nelle scorse settimane.

Emblematico è il terzo set che gli umbri hanno ripreso in mano dopo essersi trovati a combattere spalla a spalla in un finale infuocato, operando giocate di carattere e personalità. Nel primo set le bordate di Plotnytskyi e gli errori altrui scavano il solco (14-8), la rimonta ospite è lenta ma inesorabile con il muro che porta il fiato sul collo (21-20), allo sprint gli umbri sono cinici e Semeniuk chiude. Alla ripresa c’è un breve periodo di equilibrio (9-8), Herrera sale in cattedra e crea la spaccatura (18-10), tutto facile sino al raddoppio che arriva su errore emiliano.

La terza frazione di gioco prende una piega quasi subito con Plotnytskyi che propizia il gap (15-10), i modenesi non passano più in attacco e crollano (19-12), il risultato è in pugno e Perugia trionfa.

La squadra del presidente Gino Sirci adesso tornerà protagonista nell’epilogo della competizione il 27 e 28 gennaio a Bologna.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su