Serie A2 maschile. Atlantide, che peccato. Ma resta la Coppa

L'Atlantide esce sconfitta al tie-break contro Siena, chiudendo i playoff della A2. Delusione per la squadra di coach Zambonardi, ma ora si concentrano sulla Coppa Italia. Obiettivo: raggiungere la Final Four a Cuneo.

di LUCA MARINONI -
4 aprile 2024
Atlantide, che peccato. Ma resta la Coppa

L'Atlantide esce sconfitta al tie-break contro Siena, chiudendo i playoff della A2. Delusione per la squadra di coach Zambonardi, ma ora si concentrano sulla Coppa Italia. Obiettivo: raggiungere la Final Four a Cuneo.

La sconfitta patita al tie-break in gara2 con Siena ha posto fine al cammino dell’Atlantide nei playoff della A2. Saranno i toscani a proseguire il loro percorso in semifinale, mentre alla squadra di coach Zambonardi rimarrà a lungo la delusione per l’incredibile andamento della sfida del San Filippo. In effetti i Tucani, dopo aver perso i primi due set, sono riusciti a conquistare gli altri due parziali e il diritto di andare al tie-break. Anche il quinto set ha offerto emozioni infinite ai circa 1.500 tifosi biancazzurri, che dapprima hanno visto Tiberti e compagni partire a razzo (fino all’8-2), salvo poi cedere di misura (14-16) nell’azione decisiva. La rincorsa al sogno della promozione, così, si è spenta, ma non si è ancora conclusa la stagione dell’Atlantide, che da domenica 14 aprile si concentrerà sul traguardo della Coppa Italia.

I Tucani giocheranno infatti il turno preliminare ospitando Reggio Emilia (confronto al meglio delle tre partite) e cercheranno il lasciapassare per disputare i quarti di finale della competizione tricolore insieme alle quattro semifinaliste dei play off di A2. Le quattro vincenti, infine, si ritroveranno a Cuneo l’11 e il 12 maggio per la Final Four e per regalare a Brescia una nuova, importante soddisfazione che interessa da vicino la formazione allenata da Roberto Zambonardi: "Certo – commenta il tecnico bresciano – la delusione per l’eliminazione dai playoff è stata molto forte. Il nostro desiderio, è inutile negarlo, rimane quello di raggiungere la Superlega, ma arrivarci non è scontato. Non dobbiamo dimenticare, infatti, che il livello del campionato di A2 è sempre più elevato ed anche il fatto stesso di raggiungere i playoff, come noi siamo riusciti a fare anche quest’anno, non dev’essere considerato scontato. Abbiamo giocato alla pari con tutti, come conferma, del resto, il dato che abbiamo disputato ben quattordici tie-break".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su