Basket, Serie A: Milano piega Napoli e riacciuffa Venezia. Brindisi aggancia Pesaro

I risultati del 24° turno

di MATTEO AIROLDI -
24 marzo 2024
Milano - Napoli

Devon Hall EA7 Emporio Armani Olimpia Milano - Gevi Napoli Basket LBA Legabasket Serie A UnipolSAI 2023/2024 Milano, 24/03/2024 Foto AlessiaDoniselli / Ciamillo-Castoria

Bologna, 24 marzo 2024 – In attesa del match di cartello tra la Germani Brescia prima della classe e la Virtus Segafredo Bologna, in programma domani sera alle ore 20, si è giocata gran parte della ventiquattresima giornata della regular season del campionato di Serie A di basket, che ha riservato anche qualche sorpresa, come la caduta dell’Umana Reyer Venezia che, dopo aver battuto Milano una settimana fa, è stata sconfitta 92-90 dalla Vanoli Cremona, la quale ha così interrotto una striscia negativa di tre sconfitte. Sul successo della formazione cremonese ci sono le firme di Davide Denegri, che ha portato a casa un bottino personale di 23 punti con un chirurgico 10/10 in lunetta (decisiva la sua freddezza a cronometro fermo nei secondi conclusivi), e del duo formato da Wayne McCullough e Trevor Lacey che hanno mandato a referto 18 punti a testa. L’ex Sassari e Pesaro li ha mandati tutti a bersaglio nei 10’ conclusivi, in cui Cremona ha risposto al 30-17 siglato da Venezia nel terzo quarto con un 33-18 che ha ribaltato in maniera decisiva l’inerzia del match. Del passo falso di Venezia ha saputo approfittare appieno l’EA7 Emporio Armani Milano che, dopo il doppio impegno vincente di Eurolega, ha superato la Generazione Vincente Napoli 86-84 vendicando almeno parzialmente il ko patito contro i partenopei in finale di Coppa Italia e agganciando la Reyer e la Virtus Bologna a quota 32 punti, due in meno dei 34 della capolista Brescia. Ben cinque, sul fronte milanese, i giocatori finiti in doppia cifra per punti segnati, con Nikola MIrotic che si è spinto fino a quota 21, mentre Nicolò Melli ne ha mandati a bersaglio 19 conditi da 12 rimbalzi catturati. I biancorossi hanno provato a prendere il largo scappando a +11 nella seconda frazione, ma Napoli ha risposto con un 10-0 che ha fermato la fuga biancorossa. Il serrato testa a testa è quindi proseguito fino alle battute finali, nelle quali Milano ha nuovamente riconquistato cinque punti di vantaggio con i liberi di Shields e Mirotic, mentre Napoli ha tentato il tutto per tutto ricucendo quasi interamente lo strappo e fallendo il tiro del sorpasso con l’eroe della Coppa Italia Jacob Pullen (fuori tempo massimo, invece, il canestro di Zubcic). In chiave playoff c’è invece da segnalare il ritorno al successo – il sesto di fila in casa – della Bertram Tortona che si è imposta per 90-83 sulla Openjobmetis Varese: i piemontesi sono stati protagonisti di una grande prestazione collettiva, testimoniata dal fatto che tutti i giocatori a referto hanno portato punti in cascina. La palma di miglior realizzatore della formazione padrona di casa, che è di fatto rimasta in testa per tutto l’arco dei 40’ e ha saputo resistere agli ultimi, generosi tentativi di rientro di Varese, è andata a Retin Obasohan, autore di 16 punti. Questo ko potrebbe di pesare e non poco nell’economia della stagione della Openjobmetis che rischia di essere risucchiata nel vortice della lotta salvezza: proprio in chiave permanenza in Serie A è arrivato un altro importante squillo della Happy Casa Brindisi che, sospinta dai 22 punti di Frank Bartley, ha sbancato Scafati 84-76, cogliendo il terzo successo di fila e agganciando a quota 14 punti la Carpegna Prosciutto Pesaro battuta con un perentorio 87-69 dalla Unahotels Reggio Emilia (16 punti per Jamar Smith e 15 per Langston Galloway).

Continua a leggere tutte le notizie di sport su