Nba, vittoria fra le polemiche per i Thunder. Jokic trascina Denver

Sorrido per i Clippers, che si aggiudicano il derby di Los Angeles. Un Fontecchio da 18 punti non basta a Utah

di FRANCESCO BOCCHINI -
24 gennaio 2024
Gilgeous-Alexander in azione
Gilgeous-Alexander in azione

Milano, 24 gennaio 2024 - Oklahoma City vince e raggiunge Minnesota in testa alla classifica della Western Conference, pareggiando il record di 30-14 dei Timberwolves. I Thunder si impongono contro Portland per 111-109, con Jalen Williams (19 punti) a infilare il canestro a due secondi dalla sirena conclusiva che vale la vittoria. Sono anche le polemiche arbitrali a contraddistinguere il finale, con coach Billups che viene espulso con i suoi in vantaggio sul 109-108. L'allenatore dei Trail Blazers viene allontanato dal campo per proteste, nate dopo un timeout non accordatogli e l'infrazione di doppio palleggio fischiata a Brogdon a 15 secondi dal termine. Il doppio tecnico deciso dalla terna propizia di fatto la rimonta di Gilgeous-Alexander (autore di una doppia doppia da 33 punti e 10 assist). A fine partita, Portland decide di presentare reclamo ufficiale agli uffici della lega. "A Billups non è stato concesso il timeout perché l'arbitro era concentrato sull'azione di fronte a lui, che gli rendeva difficile vedere o sentire la richiesta dello stesso Billups", è la spiegazione ufficiale della terna arbitrale, espressa nell'intervista post-gara e riportata da Sky Sport. 

Denver meglio di Indiana, il derby di Los Angeles è dei Clippers

Restando a Ovest, festeggia pure Denver (31-14), ad un passo in classifica dalla coppia Oklahoma City-Minnesota. I Nuggets passano per 114-109 a Indiana, trascinati da uno Jokic alla sua 13esima tripla doppia stagionale, stavolta da 31 punti, 13 rimbalzi e 10 assist. Il serbo è ottimamente coadiuvato da Murray, che fa registrare anch'egli 31 punti, mentre ai Pacers (che devono rinunciare ad Haliburton) non bastano i 22 punti di Turner e la doppia doppia da 16 punti e 10 rimbalzi di Siakam. Al quarto posto della Western Conference troviamo i Clippers, che hanno ragione dei Lakers per 127-116. Il protagonista del derby di Los Angeles è Leonard, che firma una tripla doppia da 25 punti, 11 rimbalzi e 10 assist, mentre Harden va in doppia doppia con 23 punti e 10 assist. Per le speranze dei gialloviola, privi di LeBron James, non sono sufficienti le doppie doppie di Russell (27 punti e 10 assist) e di Davis (26 punti e 12 rimbalzi).

Bene Fontecchio, ma Utah viene travolta

Dietro i Clippers ci sono i New Orleans Pelicans, che nella notte Nba hanno nettamente ragione degli Utah Jazz per 153-124, grazie ai 33 punti di McCollum e alle doppie doppie di Valanciunas (17 punti e 12 rimbalzi) e di Williamson (17 punti e 11 assist), mentre sull'altro fronte si segnalano i 18 punti di Fontecchio. A completare il quadro dei risultati ecco l'affermazione per 108-103 di New York contro Brooklyn. A guidare i Knicks al successo è la coppia Brunson-Randle, con i due a mandare a referto 30 punti ciascuno. Il migliore dei Nets invece è Bridges, che chiude con 36 punti.

Leggi anche: Hackett per sempre. Accordo prolungato: in Virtus fino al 2026

Continua a leggere tutte le notizie di sport su