Venezia-Unahotels 74-82, esordio play-off vincente per Reggio: il blitz vale l' 1-0

I biancorossi, sospinti da un favoloso Smith, espugnano il PalaTaliercio e si guadagnano il fattore campo. Bene anche Galloway, Faye, Black e Vitali. Lunedi sera gara 2 sempre in laguna

di GABRIELE GALLO -
11 maggio 2024
Vittoria Unahotels con la Umana Reyer Venezia

Vittoria Unahotels con la Umana Reyer Venezia

Una solidissima e stupenda Unahotels espugna con merito e autorità il parquet del PalaTaliercio di Mestre, portandosi 1-0 nella serie di quarti play-off con la Reyer e, quel che più conta, prendendosi il fattore campo a favore della contesa. Sugli scudi il rientrante Jamar Smith autore di due sprazzi di match clamorosi, tra cui quello decisivo per il successo biancorosso. Bene anche Galloway, pur messo sotto torchio dalla difesa veneta, Vitali preziosissimo in retroguardia, e esordio autorevole in un playoff pure per il giovane Faye, e non era scontato. Si parte con un 8-0 fulmineo: Unahotels con Galloway sugli scudi e la mossa tattica di schierare Atkins e Black nello starting-five in luogo di Chillo e Faye, che manda fuori giri la Reyer con Spahija costretto a un immediato time-out. La reazione orogranata arriva ma i biancorossi sono bravi a contenerla e a chiudere la frazione, pregevolmente giocata sui due lati del campo, con sei punti di vantaggio. Nel secondo quarto gli emiliani aprono con un deciso 5-0, Venezia risponde con un precisissimo Wiltjer che sposta l’inerzia della partita sulla sponda lagunare consentendo ad essa di mettere la freccia (27-26) al 4’. La difesa reggiana e qualche colpo di talento arrestano nuovamente l’onda veneziana e sull’asse Galloway-Smith l’Unahotels si riprende otto lunghezze di margine. Bottino che si porta in dote sino all’intervallo di metà gara, anche perché i cambi garantiscono analogo rendimento al quintetto di partenza. Al ritorno sul parquet è ancora la truppa di Priftis ad iniziare meglio: 5-0 e +13 sul tabellone a favore ospite. Pronta è però la risposta dell’Umana, con un ottimo Spissu, che sfrutta anche qualche incertezza offensiva dei reggiani. Ma quando salgono in cattedra insieme Galloway e Faye, la Pallacanestro Reggiana para nuovamente il colpo e si presenta agli ultimi 10’ in vantaggio 53-62. Nell’ultimo quarto la Reyer alza a livelli altissimi l’intensità difensiva mettendo le mani addosso a Vitali e compagni che però reggono e si mantengono lucidi trovando i canestri giusti nei momenti giusti. E così l’Unahotels sembra mantenere a suo favore il “mood” della partita. Ma un paio di errori in attacco nel finale, con due “bombe” di fila di Wiltjer, rimettono in partita i padroni di casa che a un minuto dalla fine impattano: 74-74. Due le azioni decisive che però conducono Reggio al trionfo: una difesa da manuale di Vitali che manda per le terre Wiltjer, e il meraviglioso tiro da 3 di Smith che chiude la contesa a una manciata di secondi dalla fine.

Il tabellino

UMANA: Spissu 10, Heidegger 7, Casarin 3, De Nicolao, Kabengele 14, Parks 7, Simms 10, Wiltjer 13, Tucker 3, Tessitori 7. N.e.: Brooks e Vanin. All.: Spahija UNAHOTELS: Weber 6, Galloway 18, Faye 11, Smith 25, Uglietti 1, Atkins 7, Black 10, Vitali 3, Grant, Chillo 1. N.e.: Bonaretti e Cipolla. All.: Priftis. Arbitri: Roberto Begnis, Andrea Valzani, Giacomo Dori Parziali: 18-24, 34-42, 53-62 Note: tiri da 3: Umana 10/27, Unahotels 12/26; tiri liberi: Venezia 14/22, Reggio Emilia 14/19. Uscito per 5 falli: Atkins.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su