Vuelle, aspettando Reggio cercasi presidente. Nessuno si va avanti e il tempo stringe

L’ultima riunione con tutti i consorziati, finita con un nulla di fatto, si è svolta il giorno prima del match contro la Segafredo

21 marzo 2024
Vuelle, aspettando Reggio cercasi presidente. Nessuno si va avanti e il tempo stringe

Franco Arceci, la palla scotta: non riesce a trovare un nuovo presidente

Un paio di giorni durante la settimana diventano la cosiddetta terra di nessuno. Il tutto in attesa di capire cosa si inventerà Sacchetti per arginare il giocatore simbolo di Reggio Emilia, e cioè Galloway che domenica scorsa ha chiuso, contro Varese, piazzando quasi quarantello. Chi ci metterà sopra? McDuffie, anche lui giocatore molto verticale? Oppure il rinato Mazzola? Questi gli interrogativi che sono sul tavolo a quattro giorni dal match contro gli emiliani. Terra di nessuno questi giorni per modo di dire. Perché non esiste solo quello che accade la domenica al palasport. C’è anche un retrobottega che vale quanto la salvezza se non di più.

Veniamo a bomba: sabato prima della gara contro la Virtus, all’hotel Flaminio c’è stata una riunione con tutti i consorziati. Il problema sul tavolo era molto semplice, ma anche difficilissimo da risolvere. Chi prende il posto nel consiglio d’amministrazione della Vuelle degli uscenti Costa, Amadori e Rombaldoni?

Perché quello che appare come un tris di nomi da rimpiazzare con altri tre, è molto più difficile di quello che sembra. Ed il perché è semplice: fra un paio di mesi, terminato il campionato, che sia in serie A o al piano di sotto, occorre mettere le firme per iscrivere la squadra al campionato. Tradotto: una fidejussione bancaria di oltre 300mila euro che deve essere garantita da qualcuno. Fino all’inizio di questo campionato ci hanno pensato tre persone che se perdevano 100mila euro non finivano con un sacco a pelo sotto i ponti.

Franco Arceci che si è accollato la presidenza del Consorzio, pare stia facendo il giro delle sette chiese ormai da diverse settimane nel tentativo di trovare che si faccia avanti per prendere la presidenza della società ed anche trovare chi, questa estate, andrà in banca a mettere le firme. Per carità, ipotesi rara che arrivi qualcuno a sfilare da sopra la testa il tetto di casa a qualcuno, ma è altresì vero che l’ipotesi comunque esiste ed è sul tavolo. E fine a questo momento nessuno ha alzato la mano per dire: ‘Ok, ci sono io’.

Un problema grosso come quello di trovare l’uomo giusto al posto giusto per marcare domenica quella macchina da guerra di Galloway.

Va aggiunto sopra a questo scenario, perché non è un segreto, che terminato il campionato occorrerà anche lanciare la monetina in alto sperando che cada sulla faccia giusta e fortunata. Il riferimento è alla famiglia Beretta che da anni tira fuori soldi pesanti – circa un milione di euro – per sponsorizzare la Vuelle. E non è scritto da nessuno parte che rinnovi l’abbinamento anche per la prossima stagione ammesso che ci stia anche se la formazione biancorossa dovesse retrocedere in serie A2. Va aggiunto a tal proposito che la famiglia Beretta in un paio di occasioni abbia sottolineato il fatto che la cifra data al basket pesarese è anche molto alta.

Poi c’è anche un altro ex segreto riguardante la successione all’interno della società: che sia Ario Costa che Franco Arceci hanno proposto in diverse occasioni di convincere a prendere la presidenza della società ad Arianna Ranocchi, figlia di Giovanni, un grande tifoso di pallacanestro. E la figlia è sulla scia del padre tanto che anche domenica era sugli spalti del palas per assistere al match contro la Virtus. Arianna Ranocchi aveva messo nel conto o comunque ipotizzato di mettere sul tavolo un milione di euro da spalmare in tre anni. Ma anche questo percorso è finito nel congelatore perché Arianna Ranocchi è in fortissima rotta di collisione con la madre e la sorella per la gestione della Ranocchi Software, gruppo che ha prodotto lo scorso anno 10 milioni di utili pagate le tasse. Insomma passione ed anche soldi. C’è Reggio dietro l’angolo ma anche questo scoglio societario è dietro l’angolo.

m.g.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su