L’Atalanta si prepara a riscattare dal Milan un Charles De Ketelaere da 13 gol e 8 assist

Gasperini elogia Il belga: “Non è difficile con lui trovare le collocazioni, ha fisicità e ha margini molto molto importanti”

di FABRIZIO CARCANO -
13 maggio 2024
Charles De Ketelaere

Charles De Ketelaere

Bergamo, 13 maggio 2024 –  L’Atalanta nelle prossime settimane riscatterà a titolo definitivo Charles De Ketelaere dal Milan alla cifra fissata di 23 milioni più altri 3 di bonus vari. Un affare, per un giocatore di appena 23 anni, con ampi margini di miglioramento, che probabilmente nella sessione estiva del mercato avrebbe avuto un valore superiore ai 40 milioni. L’ex Bruges sta vivendo un’annata strepitosa in nerazzurro: in 45 partite tra campionato e coppe ha segnato 13 gol e distribuito 8 assist. Sta viaggiando a 9 gol in serie A in 32 presenze, con 2 reti in Coppa Italia e altri 2 reti in Europa League. È quello che non raccontano le cifre sono le giocate, la grinta, il carattere: CDK corre a recuperare in difesa, aiuta il centrocampo a recuperare palloni, si butta in ogni contrasto. Lo tradisce la faccia da bravo ragazzo, anzi da ragazzino, lontana anni luce dalla ‘garra’ dei sudamericani o dall’apparente grinta espressiva di compagni e colleghi. Ma il ‘bravo ragazzo’ De Ketelaere in campo non si tira indietro. Anzi… In dieci mesi a Bergamo ha avuto una trasformazione rispetto al giocatore abulico e sfiduciato visto in maglia rossonera. E adesso il bello potrebbe ancora venire: De Ketelaere sarà titolare nelle finali di Coppa Italia e Europa League dove potrebbe lasciare un segno indelebile. E poi avrà la vetrina degli Europei dove potrebbe essere protagonista con il suo Belgio. Una rinascita calcistica grazie alla fiducia trovata nell’Atalanta, alla minor pressione di una piazza come Bergamo e all’intuizione tattica di Gian Piero Gasperini di riportarlo in attacco sfruttando le sue doti tecniche e anche quelle atletiche. Il tecnico lo ha elogiato pubblicamente dopo la doppietta realizzata contro la Roma: “De Ketelaere? Contro la Roma andava via da tutte le parti, per fare bene deve avere una buona condizione e poi è un ragazzo intelligente che conosce il calcio. Che sappia giocare bene lo sappiamo tutti. Non è difficile con lui trovare le collocazioni, ha fisicità ed ha margini molto molto importanti”.  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su