Bologna, habemus Castro. Visite mediche da star e prime parole da rossoblù: "Felice di arrivare in Italia»

Folla di giornalisti a Buenos Aires per il 19enne del Velez, poi l’incontro con Di Vaio. Atteso a metà febbraio, affare da 12 milioni: niente percentuale di futura rivendita.

di MARCELLO GIORDANO -
26 gennaio 2024
Visite mediche da star e prime parole da rossoblù: "Felice di arrivare in Italia"
Visite mediche da star e prime parole da rossoblù: "Felice di arrivare in Italia"

Manca l’annuncio, ma l’affare è fatto e i dettagli in fase di definizione: Santiago Castro, 19 anni, sarà rossoblù e come tale già ha parlato nella giornata di ieri. Un vice Zirkzee serviva e il Bologna si prepara ad abbracciare uno dei talenti più cristallini del calcio argentino, che l’ex bandiera del Barcellona e dell’Argentina Mascherano ha voluto al torneo pre olimpico destinato agli Under 23, nonostante l’attaccante sia un Under 20. Dopo il fischio finale di Argentina-Perù, intorno alle 2 di mattina di ieri, è arrivata la notizia più attesa da parte del Bologna e dei suoi tifosi: "L’attaccante Santiago Castro, accompagnato dal presidente della federazione Argentina Claudio Tapia e dal dottor Fernando Rudi, viaggia verso Buenos Aires per effettuare le visite mediche con il Bologna. Il giocatore, formato nel Velez, tornerà in Venezuela e sarà riaggregato al gruppo per proseguire la competizione continentale". Firmato, la Federcalcio Argentina.

E’ rientrato a Buenos Aires per le visite mediche e ha trovato uno stuolo di giornalisti ad attenderlo, Santiago Castro: a conferma che il 19enne è uno dei talenti su cui il paese sudamericano ripone più speranze, in chiave futura. E lui, Castro, una volta sbarcato quando in Argentina in prima mattinata, quando a Bologna era già ora di pranzo, ha parlato da nuovo giocatore rossoblù, ai microfoni di Espn: "Sono felice. Farò i controlli più tardi. Grazie a Dio è stato raggiunto un accordo tra i club e l’AFA (Federcalcio argentina ndr) in modo che io possa continuare a giocare per la Nazionale in questo pre olimpico. Questo è il risultato del lavoro: sono grato grato alla mia famiglia e ai miei amici". Dice di più, Santi. Dà l’affare per fatto: "Sono felice di essere in nazionale e sono contentissimo che la buona volontà di tutte le parti in causa abbia prodotto un un buon accordo per il mio trasferimento". Intorno alle 13, il Bologna ancora invitava alla cautela, per problematiche relative alla formula del trasferimento da superare. Ma Castro parlava già da giocatore del Bologna, convinto del lieto fine e in serata tanto da Casteldebole quanto dall’ambiente Velez l’affare era segnalato in dirittura d’arrivo. Il Bologna pagherà 10 milioni di euro, senza riconoscere alcuna percentuale di futura rivendita. Tra gli ultimi dettagli in dirittura, la formula di pagamento: cash o con tranche fino al 2025. Oltre ai 10 milioni più tasse e commissioni per un totale di circa 2 milioni. Castro ha trovato ad attenderlo a Buenos Aires il diesse Marco Di Vaio e il dottor Luca Bini. Visite superate, manco a dirlo e dettagli definiti anche per l’ingaggio: accordo da 500mila euro netti più bonus fino al 30 giugno 2028, senza clausola rescissoria. Si attende l’annuncio e l’arrivo a Bologna intorno alla metà di febbraio.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su