L’Italia torna in città. E Calafiori si prenota per la sfida con la Turchia

Il 4 giugno azzurri al Dall’Ara, due anni dopo il match con la Germania. Spalletti ha nel mirino il difensore centrale esaltato dalla cura Thiago.

di MARCELLO GIORDANO -
9 febbraio 2024
E Calafiori si prenota per la sfida con la Turchia
E Calafiori si prenota per la sfida con la Turchia

La nazionale azzurra tornerà al Dall’Ara a due anni esatti dalla sfida con la Germania del 4 giugno 2022, valida per la Nations League. Dopo la partnership con la Federvolley, la Regione Emilia Romagna ha siglato un’intesa pure con la Federcalcio, che porterà le rappresentative azzurre nei nostri territori tre volte tra marzo e giugno: gli azzurrini dell’Under 21 saranno di scena il 22 marzo contro la Lettonia al Manuzzi di Cesena e il 26 marzo contro la Turchia al Mazza di Ferrara.

Con loro quasi certamente Giovanni Fabbian, punto fermo della squadra e già sotto l’occhio attento del ct Luciano Spalletti, che a inizio gennaio ha dichiarato come il centrocampista rossoblù, insieme con Prato, Volpato, Bove, Kayode, Ranieri, Koleosho e Lucca, sia un talento con potenziale per un futuro tra i grandi.

Ma soprattutto ci sarà Italia-Turchia il 4 giugno al Dall’Ara, tappa di rifinitura in vista dell’Europeo che scatterà il 15 giugno contro l’Albania in un girone di ferro che vedrà gli azzurri confrontarsi da campioni in carica anche con Spagna e Croazia.

Possibile, se non probabile, che l’Italia, quella sera avrà un padrone di casa: Riccardo Calafiori. E’ lui un astro nascente del nostro calcio, grazie all’intuizione di Thiago Motta di proporlo come centrale.

"E’ pronto per la nazionale", ha dichiarato il ct a gennaio. Ed è probabile che a marzo scatti la convocazione per le amichevoli con Venezuela (il 21) ed Ecuador (il 24), per testarne il percorso di crescita che lo ha già reso uno dei giocatori più ambiti dalle big italiane ed europee (lo segue il Tottenham) per il mercato estivo.

Con Calafiori il Bologna potrebbe ritrovare un calciatore presente a una grande manifestazione, dopo le convocazioni di Diamanti per l’Europeo del 2012 e di Gilardino e dello stesso Alino per la Confederations Cup del 2013. L’ultimo calciatore rossoblù ad aver indossato la maglia azzurra al Dall’Ara è stato Orsolini: nell’estate del 2019, ma all’Europeo Under 21, dove fu impiegato contro Spagna e Polonia, uscendo infortunato alla spalla.

Spera nella convocazione con la maggiore, il numero 7 rossoblù che con Spalletti fin qui ha avuto chance solo di rincorsa, complice l’emergenza infortuni, con Berardi, Politano, Zaccagni, El Shaarawy, Kean, Chiesa e Zaniolo che sembrano avanti nelle gerarchie.

Ma c’è ancora un po’ di tempo per provare a cambiare la situazione. E soprattutto ci sarà nel prossimo futuro una visita di Spalletti a Casteldebole per vedere da vicino il lavoro di Thiago e i potenziali azzurri: con Calafiori in prima fila.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su