Primavera, Hellas Verona-Bologna 1-1: Byar salva Vigiani

Pareggio per i rossoblù: il vantaggio di un uomo non aiuta Rosetti e compagni

di GIACOMO GUIZZARDI -
22 settembre 2023
Luca Vigiani, tecnico della Primavera del Bologna
Luca Vigiani, tecnico della Primavera del Bologna

Verona, 22 settembre 2023 – Vittoria che manca, terribilmente: il Bologna Primavera imita quello di Thiago Motta e sbatte contro il Verona, pareggiando la quarta giornata di campionato per 1 a 1. Un match condizionato dalle scelte arbitrali e che ha visto i rossoblù andare sotto, colpiti dalla rete di Diao (marchiano l’errore in impostazione di Svoboda), salvo poi recuperare nel corso della gara, quando Byar ha saputo segnare la rete del pareggio. Una gara che non può rendere felice Vigiani, con i suoi apparsi confusi e spesso fuori fase, soprattutto quando, al tramonto del primo tempo, si sono trovati in dieci uomini a causa dell’espulsione di Vercean. La prossima giornata vedrà i rossoblù di scena a Cagliari.

La partita

Vigiani sostituisce Diop (fermato per due giornate dal Giudice Sportivo) con Hodzic, schierato a sorpresa difensore centrale. Ma è il suo compagno di reparto a combinarla grossa dopo neanche un quarto d’ora: Svoboda riceve e attrae Diao a pochi metri dalla porta di Bagnolini, con l’attaccante che soffia palla all’ex Spal e incassa in maniera facile la rete del vantaggio. Shock per i rossoblù, costretti a perdere Bynoe per infortunio (esordio per Carretti) e obbligati a reagire: Mukelenge si mette in mostra al 25’, ma il destro termina fuori, mentre un giro d’orologio prima Calabrese prova a beffare Bagnolini, ma di testa la mette fuori. Il primo tempo sembra addormentarsi in maniera scritta, ma l’arbitro, il signor Gandino di Alessandria, ne cambia il volto: al 44’ il Verona reclama, a ragione, un calcio di rigore per un contatto tra Vermesan, poi ammonito, e Mercier, mentre due minuti dopo lo stesso attaccante gialloblù viene espulso per essere rientrato in anticipo in campo, collezionando due cartellini gialli nel giro di una manciata di secondi. Verona in dieci e primo tempo che si conclude così.

A inizio ripresa Vigiani inserisce Ravaglioli per un insufficiente Svoboda, ma è ancora il Verona a sfiorare il gol, con la percussione di Nwanege che si conclude con un destro impreciso. Byar inizia ad affinare la mira, colpo di testa fuori, mentre Rosetti tenta la fortuna da lontano, ma è un’azione insistita che si tramuta in rete, con lo stesso francese che risolve una mischia in area di rigore gialloblù calciando in porta col mancino. Seconda rete in campionato per lui.

Nel finale ci prova anche Menegazzo, ma il centrocampista travolge Toniolo in uscita. Pomeriggio sbiadito a Verona, Bologna a quota quattro punti in altrettante gare giocate.

Il tabellino della gara Hellas Verona – Bologna 1-1

Hellas (3-5-2): Toniolo; Nwanege, Calabrese, Corradi; Patanè (38’ st Szimionas) Dalla Riva, D’Agostino (47’ st Ventura), Cissè, De Battisti; Diao, Vermesan. A disposizione: Ravasio, Marchetti, Agbonifo, Doucourè, Caneva, Valenti, Fagoni, Trevisan, Pavanati. Allenatore: Paolo Sammarco.

Bologna (4-3-3): Bagnolini; Mercier, Svoboda (1’ st Ravaglioli), Hodzic (52’ st Nesi), Baroncioni; Byar, Bynoe (20’ pt Carretti), Rosetti; Mukelenge, Mangiameli (34’ st Tonin), Menegazzo. A disposizione: Pessina, De Falco, Cesari, Busato, Idaro, Schiavoni, Lai. Allenatore: Luca Vigiani.

Reti: 13’ pt Diao (H), 26’ st Byar (B). Ammoniti: Vermesan, D’Agostino H); Rosetti, Hodzic (B).

Espulso al 46’ pt Vermesan (H), doppia ammonizione.

Arbitro: Gandino di Alessandria.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su