Zirkzee-Dia, due bomber allo specchio. Così diversi e così simili tra assist e gol

L’olandese, dopo essere stato impiegato di rincorsa a Lecce, si riprende il ruolo di terminale offensivo. E il franco-senegalese cresce .

di MARCELLO GIORDANO -
10 dicembre 2023
Zirkzee-Dia, due bomber allo specchio. Così diversi e così simili tra assist e gol
Zirkzee-Dia, due bomber allo specchio. Così diversi e così simili tra assist e gol

Salvo sorprese, Joshua Zirkzee tornerà a guidare l’attacco: d’altronde è attorno a lui che ruota il sistema offensivo rossoblù. Di più: oltre a essere il regista offensivo della squadra è pure il miglior marcatore in trasferta. Difficile rinunciarci per un Bologna a caccia della prima vittoria esterna, a maggior ragione dopo che la partita di Lecce ha confermato come il Bologna si sia acceso dopo il suo ingresso, producendo occasioni pericolose con continuità. L’olandese ha segnato tre dei suoi 5 gol in campionato lontano dal Dall’Ara: a Milano con l’Inter, a Reggio Emilia con il Sassuolo e a Firenze dal dischetto e non è un dettaglio. Senza l’indisponibile Orsolini serve anche un rigorista. In più, sempre lontano dal Dall’Ara, Zirkzee ha messo a segno uno dei suoi due assist: a Torino contro la Juventus.

Se il Bologna gira attorno attorno a Zirkzee, la Salernitana di Pippo Inzaghi ha in Boulaye Dia (27 anni) il suo riferimento.

Quattro gol in dieci gare, il ruolino del franco-senegalese, pure lui come l’olandese prima punta atipica, ma quanto mai efficace. Vedere per credere i suoi numeri nella passata stagione: 16 gol e 6 assist in 33 giornate, praticamente una rete ogni due partite, dopo essere arrivato dal Villarreal. E’ in fase di ripresa dopo un inizio di stagione complicato da un punto di vista di umori e vicende. Ma c’è altro. Se Zirkzee è il capocannoniere della squadra e miglior marcatore in trasferta dei rossoblù (3 gol su 6), avendo messo lo zampino su quattro marcature considerato l’assist per Ferguson contro la Juventus, Dia è il capocannoniere della Salernitana e miglior marcatore casalingo dei granata: doppietta nel 2-2 con il Cagliari e gol con l’Udinese alla seconda giornata. Una cosa li differenzia: Zirkzee in estate chiese spazio e lo ottenne, diventando centrale dopo la cessione di Arnautovic. Dia, invece, dopo un’estate di rumors, con Lens, Everton, Milan, Lazio e Inter sulle sue tracce, tardò a rientrare dopo il primo stop con le nazionali e si mormorò di malumori a causa della mancata cessione al Wolverhampton, che aveva cercato pure Van Hooijdonk.

E’ rimasto a guardare per tutto il mese di settembre, saltando quattro gare, prima che si ricomponesse la frattura. La Salernitana arriva alla sfida con i rossoblù dopo un ritiro, voluto dalla dirigenza per cercare una sterzata salvezza e si affida ai gol di Dia. Il Bologna è a caccia della svolta esterna per l’Europa sulle ali di Zirkzee. Zirkzee contro Dia: Salernitana-Bologna non sarà tutta lì, ma molto promette di passare dal confronto diretto tra i due attaccanti.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su