Poker del Catanzaro: il Brescia sconfitto 4-2 ai supplementari

Un gol dell'ex Donnarumma all'ultimo istante del secondo tempo cancella la vittoria che ormai le Rondinelle stavano pregustando e permette al Catanzaro di approdare alla semifinale per sfidare la Cremonese

di LUCA MARINONI -
18 maggio 2024
Maran

Maran

Incredibile eliminazione dal turno preliminare dei play off per il Brescia. La squadra di Maran arriva in vantaggio all’ultimo dei 6’ di recupero de secondo tempo al “Ceravolo”, ma il forcing del Catanzaro frutta il gol dell’ex Donnarumma che rende necessario il passaggio ai supplementari. Una rete beffarda e amara che, di fatto, infrange i sogni delle Rondinelle che già pregustavano il derby in semifinale con la Cremonese. Nell’extra time la formazione biancazzurra non riesce a trovare il brio per passare nuovamente in vantaggio e al 15’ del primo supplementare Brignola firma il sorpasso giallorosso che mette anzitempo in cassaforte la qualificazione della squadra di Vivarini.

Il Brescia cerca di non arrendersi, ma il gioco si fa sempre più spezzettato e i biancazzurri non riescono a mettere in pericolo la rete calabrese. Il risultato finale viene così formato, ancora in pieno recupero, da Iemmello, che al 17’ del secondo tempo supplementare insacca la rete del definitivo 4-2 punendo in maniera definitiva la pur meritevole compagine di Maran. Il beffardo finale cancella così l’ottima partenza degli ospiti, che all’8’ passano in vantaggio con una triangolazione Besaggio-Bisoli-Moncini che porge un invitante pallone a Galazzi, abile a firma l’1-0 per i biancazzurri. I calabresi non ci stanno e reagiscono con grande volontà. Il vantaggio del Brescia dura così solo 18’, il tempo sufficiente a Iemmello di liberarsi al tiro nell’area biancazzurra e di trafiggere Lezzerini per il pareggio che obbliga la squadra di Maran a ricominciare tutto daccapo.

La parte finale del primo tempo è molto avvincente ed offre buone occasioni ad entrambe le contendenti, ma il risultato non cambia più sino all’intervallo. La formazione di Maran è decisa a giocare le sue carte e al 7’, sugli sviluppi di un lungo cross di Bianchi, la sfera arriva a Moncini che fa valere le sue doti da goleador e trafigge Fulignati con la rete che fa “vedere” le semifinali al Brescia fino al 6’ di recupero, quando Donnarumma fa “piangere” i suoi vecchi tifosi con il guizzo che, di fatto, sancisce la fine della stagione per la squadra di mister Maran. CATANZARO-BRESCIA 4-2 (1-1) CATANZARO (4-4-2): Fulignati 6 (12’ sts Sala sv); Brighenti 6, Antonini 6, Scognamillo 6,5, Veroli 6 (16’ st Oliveri 6); Sounas 6 (26’ st Stoppa 6), Petriccione 6,5, Pontisso 6 (26’ st Verna 6), Vandeputte 6,5 (36’ st Brignola 6); Iemmello 7, Biasci 6,5 (26’ st Donnarumma 6,5). A disposizione: Borrelli; Pompetti; Krajnc; Rafele; Viotti; Miranda. All: Vincenzo Vivarini 6,5. BRESCIA (4-3-2-1): Lezzerini 6,5; Dickmann 6,5, Cistana 6, Adorni 6, Jallow 6; Bisoli 6,5, Paghera 6 (22’ st Van De Looi 6), Besaggio 6,5 (34’ st Bertagnoli 6); Bianchi 6,5 (22’ st Bjarnason 6 dal 40’ st Papetti 6), Galazzi 6,5 (9’ pts Nuamah sv); Moncini 6,5 (22’ st Olzer 6). A disposizione: Andrenacci; Huard; Fares; Mangraviti; Nuamah; Fogliata; Ferro. All: Rolando Maran 7. ARBITRO: Simone Sozza di Seregno 6. RETI: 8’ pt Galazzi; 26’ pt Iemmello; 7’ st Moncini; 51’ st Donnarumma; 15’ pts Brignola; 17’ sts Iemmello. Note: ammoniti: Scognamillo; Moncini; Iemmello - angoli: 10-4 - recupero: 2’ e 6’; 2’ pts e sts - spettatori: 12.370 (di cui 300 ospiti).

Continua a leggere tutte le notizie di sport su