Cesena, presentato Di Taranto: “Per me è un orgoglio essere qui”

Il direttore generale del Cesena Calcio è arrivato in bianconero per coprire una casella fino a oggi vacante e con un contratto valido fino al 2026

di LUCA RAVAGLIA -
2 luglio 2024
La presentazione del direttore generale del Cesena Corrado Di Taranto (foto Ravaglia)

La presentazione del direttore generale del Cesena Corrado Di Taranto (foto Ravaglia)

Cesena, 2 luglio 2024 – "Per me è un orgoglio essere qui ed essere presentato in questa prestigiosa società. Ho accolto con entusiasmo la chiamata del Cesena e di tutti i suoi componenti, anche perché ho ho trovato dei collaboratori veramente importanti dal punto di vista professionale e umano. Sarà un piacere lavorare con loro".

Sono le parole con le quali questa mattina si è presentato Corrado Di Taranto, direttore generale del Cesena Calcio, arrivato in bianconero per coprire una casella fino a oggi vacante e con un contratto valido fino al 2026.

"La città - ha commentato Di Taranto - sta già rispondendo alla grande a livello di entusiasmo in una categoria che rappresenta un nuovo punto di partenza, ma anche di arrivo. Per questo quello che ci aspetta sarà un anno di consolidamento in un torneo difficile. Inizio questo percorso sicuro del fatto che la mia professionalità e il mio modo di essere possano permettere di fare un ulteriore 'saltino' di qualità a un club che ha già fatto tanto".

Di Taranto ha speso anche parole importanti sui tifosi: "Stanno dando fiducia alla società, in base al risultato grandissimo appena raggiunto. Meritano un ringraziamento per l'entusiasmo che fin da ora stanno dimostrando riguardo al progetto. La passione è nell'aria, si percepisce. E il fatto di poter lavorare tutti insieme è un ottimo punto di partenza".

Riguardo al suo ruolo, il dg ha ribadito la mansione di fare da collegamento tra gli Stati Uniti dove risiede la dirigenza e la Romagna, dove si muove il braccio squisitamente operativo del club: "Mi è stato chiesto di far crescere la struttura. Ho avuto contatti con tutte le componenti della compagine sociale e ho avuto modo di rendermi conto della passione e dell'entusiasmo che mettono in questo progetto. E' stato il punto di partenza che mi ha portato ad accettare la proposta. E per di più permettetemi, anche se forse qui si percepisce meno, la società è davvero molto presente".

Dunque servirà consolidare - e allargare ulteriormente - l'organigramma del club: "Tutte le figure già inquadrate resteranno, perché stanno lavorando benissimo. Ho già avuto un incontro coi dipendenti e i collaboratori, ai quali ho chiesto di alzare ancora un po' l'asticella e tutti hanno risposto con entusiasmo. Nei prossimi giorni rafforzeremo il comparto dedicato alla comunicazione e al marketing".

Infine sulla stagione ormai alle porte: "Una neopromossa deve avere come obiettivo quello di consolidarsi in categoria, tanto più in un campionato difficile come quello di serie B, che annovera squadre importanti. Insomma, prima di tutto dovremo salvarci. Poi, se dovesse venire qualcosa in più, saremo tutti ben felici di prendercela. Il mio lavoro è quello di conoscere il territorio e le persone, valutando tutte le opportunità. Serve per esempio valorizzare al meglio le strutture, a partire dalla sede societaria, che deve diventare un vero punto di riferimento. Pur ben sapendo quali sono le nostre origini, lavoreremo per alzare il livello del club".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su