Coppa d’Africa: la finale sarà Costa d'Avorio-Nigeria, eliminate Congo e Sudafrica

Da una parte le Super Aquile, tra le favorite alla vittoria finale, dall'altra gli Elefanti padroni di casa per cercare di coronare un sogno dopo un cammino a dir poco tumultuoso. La finale della Coppa d'Africa 2024 sarà Costa d'Avorio - Nigeria che hanno battuto, rispettivamente, Congo e Sudafrica in semifinale.

di KEVIN BERTONI -
8 febbraio 2024
Sebastian Haller esulta dopo il gol contro il Congo
Sebastian Haller esulta dopo il gol contro il Congo

Milano, 8 febbraio 2024 - Rinascere, continuare a lottare, crederci fino all'ultimo. La Costa d'Avorio lo ha fatto: dopo un avvio complicato, il terzo posto nel girone, la qualificazione davvero per il rotto della cuffia tra le migliori terze, poi le vittorie agli ottavi, ai quarti, segnando al novantesimo e al 120', poi in semifinale ci ha pensato Sebastian Haller. Forse l'emblema del concetto di rinascita e lotta, data la storia recente del centravanti del Borussia Dortmund che per due anni ha dovuto prima giocare e vincere una partita ben più importante, contro un tumore. Ha segnato lui il gol che ha piegato la Repubblica Democratica del Congo e ha fatto impazzire una squadra, uno stadio, una nazione intera che ora si giocherà tutto in una notte, in una finale che mancava dal 2015. Di fronte uno degli avversari più scomodi, la Nigeria. Le Super Aquile hanno sofferto ancora una volta, con il rigore di Mokoena al novantesimo che aveva rimesso tutto in discussione dopo il penalty dell'ex Udinese Troost-Ekong. La partita bloccata ai supplementari, dove entrambe avevano paura di perdere, poi i calci di rigore e la realizzazione decisiva di Iheanacho. La finale della Coppa d'Africa 2024 sarà Nigeria-Costa d'Avorio, mentre il gradino più basso del podio se lo contenderanno Sudafrica e Repubblica Democratica del Congo. Ripercorriamo le due semifinali.

La sfida dagli undici metri la vince la Nigeria, out il Sudafrica

C'è Osimhen nei primi undici, l'attaccante del Napoli non è al meglio ma conosce l'importanza della sfida e non poteva mancare. Il primo tempo non è esaltante, le due squadre si studiano e il primo vero squillo arriva nel finale con Nwabali che vola su un destro di Makgopa. Nel secondo arriva Victor: spacca in due la partita con le sue accelerazioni, non lo tengono e crea continuamente occasioni. Parte da solo da venti metri, entra in area, Mvala fuori tempo lo atterra ed è calcio di rigore. Sul dischetto ci va una vecchia conoscenza della Serie A, William Troost-Ekong che, come già successo in questa manifestazione, non trema e realizza con la palla che passa sotto il portiere avversario. La Nigeria vede lo striscione del traguardo, ma all'87' cambia tutto: prima un gol annullato a Osimhen per un fallo a inizio azione, poi il fallo da rigore che regala a Mokoena il gol dell'1-1. Supplementari. Mokoena è il traghettatore dei suoi e su punizione va vicino all'1-2, dall'altra parte sempre Lookman e Osimhen a creare pericoli. Poi al 110' il centravanti del Napoli lascia il campo a Terem Moffi che dopo pochi minuti salta secco Kekana che lo atterra al limite dell'area e viene espulso. La punizione è debole e facile per il portiere dei Bafana Bafana, si va ai rigori. Williams ha ancora negli occhi i quattro rigori parati contro Capo Verde, ma Moffi e Omeruo segnano i primi due, dall'altra parte Mokoena, proprio lui, sbaglia. Errori per Ola Aina e Makgopa, reti per Troost-Ekong e Mvala. L'ultimo rigore è nei piedi di Iheanacho che non sbaglia e manda in finale la Nigeria. Le Super Aquile continuano a essere l'incubo peggiore dei Bafana Bafana.

Nigeria 1-1 (4-2 dcr) Sudafrica. Troost-Ekong rig. (NIG) 67', Mokoena rig. (SUD) 90'

Sebastian Haller manda in finale gli Elefanti

Entrambe sentono la pressione, ma il Congo la doma nei primi venti minuti giocando molto meglio dei padroni di casa e costruendo qualche chance golosa con Bakambu che segna al 10', ma viene annullato per un fallo a inizio azione dello stesso attaccante. La Costa d'Avorio si ricompatta e prova a farsi vedere sfruttando la velocità degli esterni e chiude in crescendo: al 40' Haller si mangia l'1-0 di testa, poi tre minuti più tardi Kessié centra il palo col mancino. Nel secondo tempo i Leopardi provano a resistere, ma la spinta del pubblico incoraggia ancora di più gli Elefanti e al 65' crossa da destra, Haller è sul secondo palo, la schiaccia bene ed è 1-0 Costa d'Avorio. La Repubblica Democratica del Congo rimane in partita, nonostante i padroni di casa si mangino un altro paio di occasioni sempre con Haller, ma non riesce mai a rendersi davvero pericolosa. Gli ivoriani si difendono e al triplice fischio è tutto vero: dalla possibile eliminazione ai gironi dopo aver perso 4-0 contro la Guinea Equatoriale a giocarsi il titolo di campione d'Africa dopo nove anni dall'ultima volta.

Costa d'Avorio 1-0 Repubblica Democratica del Congo. Haller (CIV) 65'

Continua a leggere tutte le notizie di sport su