La Cremonese torna da Ascoli con un punto "grigio"

La squadra di Stroppa non riesce a superare i bianconeri e incappa in una prova sostanzialmente priva di acuti, che non basta per conquistare la vittoria che avrebbe lanciato in alto le ambizioni dei grigiorossi

di LUCA MARINONI -
16 febbraio 2024
La Cremonese torna da Ascoli con un solo punto

ASCOLI CREMONESE

La Cremonese incappa in una serata tutt’altro che brillante e non riesce a superare un Ascoli affamato di punti e fermamente deciso a fare risultato.

La formazione di Stroppa cerca di fare gioco per larghi tratti della partita, ma non è brillante e i marchigiani possono pungere i più quotati avversari. Complice un gol annullato nella ripresa a Tsadjout, il punteggio rimane fermo sullo 0.0 sino al termine, sancendo una nuova frenata dei grigiorossi, che avrebbero voluto tornare dalle Marche con tre punti sonanti per lanciare la corsa verso la promozione diretta. Il confronto del “Del Duca” parte sotto la minaccia di una fitta nebbia. Gli spettatori non riescono quasi a decifrare quello che accade in campo, mentre le due squadre non trovano le giuste idee. Il primo guizzo è dei marchigiani, con Vaisanen che al 6’ riesce a colpire di testa, ma riesce a guadagnare solo un tiro dalla bandierina. La risposta dei grigiorossi mette in movimento Sernicola e Falletti, ma l’iniziativa nella prima parte della gara è maggiormente dei bianconeri, che ci provano con Caligara e Rodriguez (due volte ciascuno), ma Jungdal è attento. La squadra di Stroppa comincia a dare segni di maggiore incisività intorno alla mezz’ora, ma Viviano è reattivo su Zanimacchia e, soprattutto, su Vazquez che di testa firma l’ultima occasione del primo tempo. La ripresa si apre con gli ospiti che cercano di alzare i giri del loro motore. Vazquez e Coda tentano la conclusione, ma la rete difesa da Viviano non corre particolari pericoli. I due allenatori cominciano a cambiare le carte in tavola e al 15’ la Cremonese assapora per qualche secondo la gioia del vantaggio. Zanimacchia serve Afena-Gyan che manda dove il libero Tsadjout può appoggiare in fondo al sacco, ma la gioia dei grigiorossi è di breve durata e il controllo del Var annulla tutto per un fuorigioco iniziale di Zanimacchia. Vanificata la palla-gol, la squadra di Stroppa continua a cercare il vantaggio, ma non riesce a costruire nitide occasioni e, nonostante un paio conclusioni di Tsadjout da buona posizione, Viviano non viene più chiamato in causa. L’ultimo guizzo nel recupero è anzi di marca bianconera, ma la Cremonese evita la più amara delle beffe e torna a casa almeno con un punto. Ascoli-Cremonese 0-0 (0-0) Ascoli (3-4-1-2): Viviano 6,5; Mantovani 6 (38’ st Botteghin sv), Bellusci 6,5, Vaisanen 6,5; Falzerano 6, Masini 6, Di Tacchio 6, Celia 6 (20’ st Zedadka 6); Caligara 6,5 (8’ st D’Uffizi 6); Mendes 6 (38’ st Milanese sv), Rodriguez 6,5 (20’ st Streng 6). A disposizione: Bolletta; Vasquez; Giovane; Quaranta; Duris; Bayeye; Maiga. All: Fabrizio Castori 6.

Cremonese (3-5-2): Jungdal 6; Antov 6, Ravanelli 6 (1’ st Lochoshvili 6), Bianchetti 6; Sernicola 6,5, Abrego 6, Castagnetti 6,5, Falletti 6 (13’ st Afena-Gyan 6), Zanimacchia 6,5 (35’ st Quagliata sv); Vazquez 6 (42’ st Pickel sv), Coda 6 (13’ st Tsadjout 6). A disposizione: Saro; Livieri; Marrone; Ciofani; Ghiglione; Della Rovere. All: Giovanni Stroppa 6. Arbitro: Matteo Marchetti di Ostia Lido 6. Note: ammoniti: Ravanelli; Zanimacchia; Vazquez; Vaisanen; Ciofani (dalla panchina); Falzerano; Di Tacchio – angoli: 4-1 – recupero: 3’ e 5’.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su