Stroppa e Coda: i motori della Cremonese che viaggia a ritmo promozione

I grigiorossi sono risaliti al quarto posto, avvicinando le battistrada, dopo un inizio complicato. Merito dell’allenatore subentrato a Ballardini e dello stagionato bomber

di LUCA MARINONI
13 novembre 2023
Massimo Coda: per lui 9 reti in 11 partite (Archivio)

Massimo Coda: per lui 9 reti in 11 partite (Archivio)

Cremona, 13 novembre 2023 – La Cremonese è arrivata alla sosta per gli impegni delle nazionali di slancio. La squadra che da due mesi a questa parte viene guidata da Giovanni Stroppa è risalita al quarto posto, a una sola lunghezza da un Palermo che pare in flessione e a -5 dal Venezia attualmente secondo (e quindi in zona promozione-diretta).

Il prossimo impegno

Un passo più che sostenuto da conservare gelosamente per la ripresa del campionato, quando i grigiorossi ospiteranno (sabato 25) il Lecco. Un appuntamento da preparare con la massima cura in queste due settimane e questo non solo perché la matricola lariana sta riservando più di una sorpresa, ma soprattutto per il fatto che, finora, la marcia allo “Zini” è stata la componente che ha maggiormente rallentato il percorso della compagine grigiorossa, quasi perfetta in trasferta (dove in sei partite ha raccolto ben cinque vittorie ed un pareggio), ma piuttosto tremebonda in casa, dove, oltre a qualche battuta a vuoto di troppo, ha dovuto attendere la visita dello Spezia dell’ex Alvini per conquistare una vittoria netta e senza possibili discussioni.

La perentoria vittoria conquistata nel match in casa di un Brescia in evidente difficoltà ha confermato ulteriormente il momento positivo della Cremonese, come ha convenuto lo stesso mister Stroppa, che ha parlato di “prova di maturità di una squadra che sta sempre migliorando, ma che può fare ancora meglio”.

Un gruppo che in questi due mesi di lavoro con l’ex trequartista di Milan e Foggia ha offerto risposte importanti, lavorando con disponibilità e grande impegno. I segreti della risalita grigiorossa, del resto, stanno proprio in questo atteggiamento che sta permettendo a tutto il gruppo di giocare al meglio delle proprie (notevoli) possibilità. Se a tutto questo aggiungiamo l’apporto di un bomber come Coda che, pur avendo appena festeggiato il trentacinquesimo compleanno, sta viaggiando con l’incredibile ruolino di marcia di nove gol in undici presenze (che diventano dieci in dodici gare se si aggiunge la Coppa Italia), è facile capire che la Cremonese ha le carte in regola non solo per far continuare questo suo felice momento, ma per portarsi in prima fila tra le protagoniste di una serie B che è pronta a riaccogliere i grigiorossi tra le sue primedonne che si contenderanno sino in fondo la promozione in serie A.  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su