Fabbian al fotofinish: il Bologna batte l’Empoli 1-0. Tre punti d’oro nella corsa alla Champions

Un gol in pieno recupero dell’ex Inter regala la vittoria ai rossoblù. La squadra di Thiago Motta si era divorata l’impossibile soprattutto con Saelemaekers e Orsolini

di ANDREA TREZZA -
15 marzo 2024
La sfida tra Empoli e Bologna

EMPOLI BOLOGNABologna's lewis ferguson

Empoli, 15 marzo 2024 – Il Bologna riprende la cavalcata verso il quarto posto dopo la battuta d’arresto contro l’Inter. E lo fa vincendo di misura sul campo dell’Empoli: la decide un gol di Fabbian al quarto minuto di recupero, dopo che la squadra di Thiago Motta si era divorata l’impossibile soprattutto con Saelemaekers e Orsolini.

Le scelte di Nicola e Motta

Davanti a Caprile Nicola ripropone Bereszynski come braccetto destro della difesa a tre, con lui ci sono Walukiewicz e Luperto. In cabina di regia ecco Marin, le mezze ali sono Maleh e Zurkowski mentre sugli esterni agiscono Gyasi e Pezzella. Davanti la certezza è Cambiaghi, a fare reparto con lui c’è Niang. Nel Bologna pesano le assenze di Posch in difesa e soprattutto Zirkzee in attacco: gioca Beukema al posto del primo con l’inserimento di Calafiori al fianco di Lucumi al centro e la conferma di Kristiansen a sinistra, mentre davanti tocca a Odgaard con Saelemaekers e Ndoye sugli esterni, solo panchina per Orsolini. Sorpresa a centrocampo: con Ferguson e Freuler gioca Urbanski dal 1’.

Caprile tiene a galla l’Empoli

È il Bologna che fa la partita e che per questo va per primo vicino al vantaggio al 7’: corner battuto da Saelemaekers e colpo di testa di Beukema verso la porta, Caprile si distende ma viene anticipato anche dal compagno di squadra Niang che allontana la minaccia. Al 18’ doppia chance clamorosa per il Bologna sempre su azione da corner: primo tentativo di Beukema respinto da un attento Caprile, sulla ribattuta Urbanski calcia a botta sicura ma trova un’altra risposta clamorosa del portiere dell’Empoli. Prima reazione Empoli al 26’: Cambiaghi scappa via sulla sinistra e serve a rimorchio Zurkowski, mancino immediato dell’ex Spezia che termina largo di poco. Al 40’ torna a rendersi pericoloso il Bologna con Ndoye: serpentina in area di rigore e sinistro in porta, ancora una volta risponde presente Caprile. Al 45’ Cambiaghi approfitta di un errore di Beukema a lancia in profondità Niang: tutto solo davanti a Skorupski il numero 10 dell’Empoli si addormenta facendosi recuperare proprio dallo stesso Beukema.

Fabbian all’ultimo respiro

Nel secondo tempo l’Empoli alza leggermente il baricentro e la partita risulta più equilibrata, anche se al 60’ è ancora il Bologna ad andare per primo vicino al vantaggio: azione tutta di prima con Urbanski che serve Ferguson, cross immediato dello scozzese su cui Odgaard non arriva per questione di centimetri. La squadra di Nicola però ha un’altra faccia rispetto al primo tempo, anche se fatica a rendersi pericolosa dalle parti di Skorupski. All’81’ il Bologna va ad un passo dal vantaggio: Saelemaekers approfitta di un errore in fase di palleggio di Marin e si invola tutto solo verso la porta difesa da Caprile ma spreca tutto facendosi ipnotizzare al momento del tiro dal portiere dell’Empoli che devia in corner. Altra chance per gli ospiti a cinque dalla fine: Aebischer a rimorchio per Saelemaekers che calcia male, il suo tiro diventa un assist per Fabbian che batte a rete a botta sicura ma centra in pieno Caprile che ancora una volta dice di no. Passa un minuto e Orsolini si divora letteralmente il gol dello 0-1: Kristiansen scappa a Ebuehi (che si fa male) e serve sul secondo palo l’ex Juventus, il cui sinistro a pochi passi dalla porta termina alle stelle. All’ultimo secondo il Bologna la vince: sinistro di Calafiori respinto centralmente da Caprile, sulla ribattuta il più lesto è Fabbian che segna il gol partita.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su