Empoli, colpaccio al Mapei: 3-2 al Sassuolo e salvezza più vicina

Vittoria che vale oro per gli azzurri, che s'impongono al penultimo dei 5 minuti di recupero. La panchina di Dionisi traballa

di GIANLUCA BARNI -
24 febbraio 2024
La gioia degli azzurri a fine gara

La gioia degli azzurri a fine gara

Reggio Emilia, 24 febbraio 2024 – Vittoria che vale oro in chiave-salvezza per l’Empoli, che passa 3-2 al Mapei Stadium contro il Sassuolo, inguaiando l’ex tecnico Dionisi. Due volte in vantaggio, l’Empoli si fa rimontare dal Sassuolo, ma infine, nei minuti di recupero, riesce a conquistare i tre punti. Successo meritato per il maggior numero di occasioni da rete avute. Numerosi gli indisponibili in casa empolese per la sfida-salvezza: Zurkowski e Fazzini sono quelli dell’ultim’ora. Per il polacco botta alla caviglia, per l’ex Primavera alla coscia. Buon avvio degli emiliani, ma sono gli azzurri a passare: all’11’, calcio piazzato di Marin dalla trequarti destra e colpo di testa di Luperto, lasciato colpevolmente solo, sottomisura: tutto facile, troppo semplice per i toscani. Nella circostanza si fa male il difensore.

Al quarto d’ora prova Henrique dal limite: primo timido tentativo di reazione dei padroni di casa. Al 23’ Aureliano annulla il raddoppio degli uomini allenati da Nicola: sul cross di Cancellieri, la difesa del Sassuolo sbanda, Maleh si aggiusta il pallone con il braccio, si gira e insacca. Fallo di mano e punteggio che resta sull’1-0. Al 29’ Laurientè entra in area e calcia di destro a rientrare: pallone alto sulla traversa. Al 34’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Pinamonti appostato sul secondo palo rimette al centro, dove Ferrari di testa non trova lo specchio della porta.

Al 36’ Kovalenko, in area da posizione favorevole, è murato da Ferrari. Al 42’ girata, debole e centrale, di Maleh. Al 47’ l’ex Pinamonti stacca di testa da pochi passi, non riuscendo a dare forza alla conclusione. Ripresa con inizio sotto il segno del Sassuolo. Al 6’ esterno sinistro di Doig in diagonale, Caprile alza la palla sopra la traversa. All’8’ il Var richiama il direttore di gara per il fallo di Ismajli su Thorstvedt in area: giallo al difensore e calcio di rigore, che Pinamonti trasforma con freddezza alla destra del portiere.

Al 18’ fallo di mano di Ferrari sul tiro di Niang in area di rigore: Aureliano stavolta fischia il penalty. Terzo gol consecutivo su rigore di Niang, che spiazza Consigli. Al 26’ Empoli vicino a calare il tris: dalla destra Cancellieri serve Niang, che conclude sottomisura, ma Consigli è bravo a respingere. Al 32’ il pari della squadra di Dionisi: calcio di punizione di Bajrami dalla trequarti sinistra e stacco di testa perentorio di Ferrari a battere l’estremo difensore. Al 40’ Cambiaghi spreca da buona posizione, calciando alto. Un minuto più tardi dapprima Bajrami è stoppato da Walukiewicz e poi, sul capovolgimento di fronte, ancora Cambiaghi spara alto. Al 49’ splendido calcio piazzato di Marin dalla destra, colpo di testa del subentrato Bastoni e vittoria che vale oro.

Il tabellino

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Pedersen, Tressoldi, Ferrari, Doig; Henrique, Boloca (1’ st Bajrami); Volpato (23’ st Mulattieri), Thorstvedt (4’ st Defrel), Laurientè (44’ st Racic); Pinamonti. A disposizione: Pegolo, Cragno, Missori, Kumbulla, Toljan, Obiang, Castillejo, Lipari, Ceide. Allenatore: Dionisi.

EMPOLI (3-4-2-1): Caprile; Ismajli, Walukiewicz, Luperto; Cancellieri (43’ st Pezzella), Marin, Maleh, Cacace (43’ st Destro); Kovalenko (35’ st Bastoni), Cambiaghi (43’ st Bereszynski); Cerri (10’ st Niang). A disposizione: Perisan, Berisha, Goglichidze, Shpendi. Allenatore: Nicola.

ARBITRO: Aureliano di Bologna.

MARCATORI: 11’ pt Luperto; 9’ Pinamonti (rig,), 19’ Niang (rig.), 32’ Ferrari, 49’ st Bastoni.

NOTE: giornata nuvolosa. Ammoniti: Boloca, Ismajli, Cancellieri, Bastoni. Angoli: 4-1. Recupero: 2’, 5’.

Gianluca Barni  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su