L’Empoli di Gemmi tra idee e suggestioni. Dal portiere al bomber: si scalda il mercato

Il nuovo ds è molto legato agli attaccanti Tutino (20 gol al Cosenza) e Sibilli del Bari. Per la porta si fanno i nomi di Stankovic e Turati .

di SIMONE CIONI -
9 giugno 2024
L’Empoli di Gemmi tra idee e suggestioni. Dal portiere al bomber: si scalda il mercato

L’Empoli di Gemmi tra idee e suggestioni. Dal portiere al bomber: si scalda il mercato

Trovato l’accordo con Roberto Gemmi, come successore del partente Pietro Accardi, per il ruolo di direttore sportivo (l’ufficialità è attesa nei primi giorni della prossima settimana) adesso la priorità riguarda la casella dell’allenatore. Come già specificato su queste pagine il contratto di Nicola si è automaticamente prolungato a salvezza ottenuta, ma il tecnico piemontese deve ancora incontrare il presidente per capire se le idee di gestione della prossima stagione collimano. Incontro che anche in questo caso si terrà nei prossimi giorni, insieme pure al nuovo direttore sportivo. In attesa quindi che anche il nodo della guida tecnica sia sciolto cominciamo a vedere dove sicuramente ci sarà da intervenire per il nuovo direttore sportivo.

Il reparto più attenzionato sarà chiaramente l’attacco perché gli unici certi di rimanere sono Ciccio Caputo e Shpendi. Cambiaghi e Cancellieri sono rispettivamente rientrati ad Atalanta e Lazio, Niang ha già salutato la piazza attraverso i social, Destro ha terminato il contratto e Cerri aveva un diritto ed obbligo di riscatto dal Como fissato a 2,5 milioni di euro che in questo momento l’Empoli non sembra intenzionato a pagare.

I nomi che si rincorrono sono quelli che già in passato erano stati accostati al club azzurro, da Cheddira a Pellegri passando per Sebastiano Esposito. Un altro profilo che potrebbe essere finito nei radar di Monteboro è quello di Giuseppe Sibilli. L’attaccante napoletano classe ‘96 ha segnato 12 gol e servito 5 assist nelle 37 partite di B disputate finora con le maglie di Bari e Pisa, dove a settembre del 2020 fu portato proprio da Gemmi quando era ds sotto la torre pendente, prelevandolo dall’Albinoleffe in Lega Pro. Pensando a giocatori legati al nuovo diesse azzurro, poi, la mente va subito a quel Gennaro Tutino che quest’anno in Serie B con il Cosenza ha realizzato 20 reti in 35 gare. L’attaccante partenopeo è in scadenza e il suo valore (stando ai dati di transfermarkt) è di 3,5 milioni di euro. Il classe ‘96 scuola Napoli, che sembra nel pieno della maturità calcistica, è tra l’altro già stato a Empoli nella stagione 2019-20 (4 reti in 17 gare in B).

Un altro ruolo delicato sotto la lente è quello del portiere. Tornato Caprile al Napoli resta da trovare un estremo difensore da affiancare a Berisha (da valutare la permanenza di Perisan che potrebbe chiedere di essere ceduto per avere più spazio): tra le voci spuntate quella che porta all’ex Gianluca Saro oggi alla Cremonese, il più pronto Stefano Turati, 31 presenze quest’anno col Frosinone o la suggestione Filip Stankovic dell’Inter, 37 ‘gettoni’ nell’ultima B con la Sampdoria.

Se dovesse rimanere Nicola, con la sua difesa a tre sarebbe poi necessario un altro centrale e almeno un esterno destro visto anche l’infortunio di Ebuehi. Infine la mediana, dove molto dipenderà dal sistema di gioco che si vorrà attuare. Se la linea resterà quella di quest’anno la ricerca si dovrà concentrare su mezzali di sostanza, ma anche capaci di inserirsi e dotate di precisione nella verticalizzazione.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su