Fiorentina, il Colpo di Mezzanotte. Pradè e la tentazione Zaniolo. Stand by Retegui, sale Lucca

Aggiornato il borsino dei centravanti, con l’attaccante dell’Udinese che ha guadagnato nelle ultime ore qualche posizione

di ALESSANDRO LATINI
13 giugno 2024
La tentazione di Pradè si chiama Nicolò Zaniolo (Foto: Ansa)

La tentazione di Pradè si chiama Nicolò Zaniolo (Foto: Ansa)

Firenze, 14 giugno 2024 - Daniele Pradè ci sta pensando realmente. E questa è una certezza. Nicolò Zaniolo gli piace, lo affascina. C'è la possibilità di provare a prenderlo anche solo in prestito. L'esterno offensivo (tra l'altro ex viola) vuole tornare in Italia e l'operazione al metatarso delle scorse settimane non ne pregiudicherà la prossima stagione. Non si fosse infortunato sarebbe stato convocato da Spalletti per l'Europeo. La qualità non si discute, semmai i dubbi possono essere relativi a una continuità fisica e psicologica che ultimamente non ha avuto tra Galatasaray e Aston Villa. Eppure per la Fiorentina resta un'operazione affascinante, di quelle che Pradè è abituato a fare. Non si parla di acquisto, il club viola sembra interessato solo a un prestito, magari con un diritto di riscatto. La sponda in Zaniolo l'ha già trovata. Si è capito ormai da giorni che l'ex giallorosso tornerebbe a Firenze di corsa. Nelle ultime ore si è mossa anche l'Atalanta, ma Pradè avrà un canale preferenziale nel momento in cui deciderà di affondare il colpo. Prosegue poi il valzer della punta. Nel borsino di metà giugno resta stabile Retegui, mentre sale Lucca, fresco di riscatto da parte dell'Udinese e rinnovo di contratto fino al 2028. Mossa che non pregiudica una eventuale cessione nel corso delle prossime settimane. Pradè ha chiesto informazioni: la prima valutazione è incoraggiante, ovvero 15 milioni di euro. Costo del cartellino che la Fiorentina può sostenere. Sarebbe un'ulteriore scommessa, perché Lucca ha dimostrato solo a tratti le sue qualità in Serie A. Lì in quel ruolo Palladino ha bisogno di due elementi, uno dei quali però dovrà essere una certezza da doppia cifra. Per questo anche Lucca resterà in stand by nelle prossime settimane. L'obiettivo di Pradè resta quello di mettere a disposizione di Palladino i calciatori richiesti il prima possibile, ma il rischio di andare oltre il raduno di inizio luglio è concreto. Capitolo Brescianini. La Fiorentina rimane forte sul centrocampista del Frosinone, sul quale nelle ultime ore si è inserita anche l'Atalanta. Le due società sembrano avere un po' gli stessi obiettivi in questa prima fase dell'estate (Zaniolo, Brescianini...). Sul centrocampista però i viola restano largamente in vantaggio. Distanza ancora di 3-4 milioni, con Angelozzi che continua a chiedere 11-12 milioni.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su