Fiorentina, Italiano: "A Torino partita difficile, ma ci serve continuità. Dodo finalmente con noi"

Il tecnico chiede alla sua squadra la stessa prestazione messa in campo contro la Lazio. Si rivede Dodo fra i convocati dopo cinque mesi

di ALESSANDRO LATINI -
1 marzo 2024
Vincenzo Italiano alla vigilia di Torino-Fiorentina

Vincenzo Italiano alla vigilia di Torino-Fiorentina

Firenze, 1 marzo 2024 - A Torino per dimostrare di essere realmente guariti dalla carestia di risultati di inizio anno. La Fiorentina è attesa da una partita complessa dal punto di vista fisico e tattico, con i tifosi granata che fischieranno a gran voce Andrea Belotti, prima eroe e poi traditore. Questa la presentazione del match da parte di Vincenzo Italiano: "La continuità adesso è l'unica cosa che conta, è un problema che non siamo riusciti a risolvere. Non l'abbiamo ottenuta con costanza, o comunque abbiamo fatto fatica. Abbiamo lavorato per dare valore alla vittoria contro la Lazio a livello di prestazione e atteggiamento. Sappiamo che attraverso quello che abbiamo fatto vedere nell'ultima gara si può ottenere il massimo in ogni partita". Le partite con il Torino sono state sempre partite molto intense dal punto di vista fisico. Sarà così anche domani? "Sì, lo confermo. Sono partite difficili per il modo che hanno di interpretare le gare, per come sviluppano e aggrediscono. Sappiamo cosa troveremo, qual è la loro idea e filosofia. Cercheremo di controbattere sapendo che sarà una partita dispendiosa, dove dovremo andare davvero forte. Ci saranno ritmi altissimi e l'intensità sarà alta: bisogna essere pronti". Giovedì tornerà anche la Conference League contro il Maccabi Haifa. Le scelte saranno indirizzate anche a quella partita? "Avendo avuto tempo per prepararla e giorni per recuperare energie ci dobbiamo concentrare su questo primo impegno che per noi è fondamentale, per la nostra classifica, per quello che può essere un obiettivo che abbiamo in campionato. Concentrazione massima, poi penseremo agli altri impegni tra cui la Conference, sapete che ci teniamo ad affrontarla con la massima attenzione". Con la Lazio si è vista una squadra gagliarda fisicamente. Hanno ritrovato tutti la miglior condizione? "Ho parlato con i ragazzi. Quando approcciamo con questa qualità si può uscire con una prestazione come quella di lunedì. Furore, approccio, qualità, è così che si mettono in difficoltà gli avversari e si ottengono le vittorie. Dobbiamo ricercare questo da qui alla fine, iniziando dal Torino e proseguendo perché non manca tanto e questa applicazione può fare la differenza". Pensa di recuperare qualcuno dall'infermeria? "Si riaggrega Dodo, siamo contenti del percorso che sta facendo. Pian piano cresce di condizione e mentalmente sembra libero. Starà con la squadra e ricomincerà ad assaporare il clima delle partite che contano: di questo ne siamo contentissimi". Alessandro Latini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su