Formazione, incognita trequarti. Jack al palo, si candida Infantino. E Nico dovrà fare gli straordinari

In porta dovrebbe toccare al danese Christensen, mentre in difesa rientreranno Ranieri e Biraghi. Arthur regista in mediana con accanto Duncan. Beltran avrà la chance di partire dal primo minuto.

21 settembre 2023
Jack al palo, si candida Infantino. E Nico dovrà fare gli straordinari
Jack al palo, si candida Infantino. E Nico dovrà fare gli straordinari

A guastare la vigilia del debutto (ufficiale) in Europa della Fiorentina ci ha pensato il forfait dell’ultimo momento di Giacomo Bonaventura. Il fantasista, colpito duro al costato domenica scorsa in occasione del match con l’Atalanta, ha alternato in questi giorni sedute in gruppo a quelle individuali ma all’ultimo ha dovuto alzare bandiera bianca. L’ex Milan dunque sarà uno degli assenti per la sfida di questa sera a Genk, dove per problemi fisici mancherà ancora Ikoné (il guaio è lo stesso di sempre, fastidio all’anca) oltre ai lungodegenti Mina, Pierozzi e Castrovilli.

Logico che per proporre in campo un undici competitivo che possa da subito indirizzare la partita - al contrario di quanto avvenne un anno fa nei primi due turni di Conference - Vincenzo Italiano sembra orientato a mandare in campo un undici con svariate novità rispetto a quello che pochi giorni fa ha battuto la Dea. La sensazione è che in tutti i reparti saranno presenti delle rotazioni, a cominciare dai pali dove sembra tornato il momento di Christensen. In difesa viaggiano spediti verso la conferma Dodo e Milenkovic mentre nelle due zolle rimanenti sarà il turno quasi certamente di Ranieri e Biraghi partiti dalla in panchina nell’ultimo turno di campionato. In mediana si dovrebbe rivedere Arthur, al cui fianco al momento pare in vantaggio sugli altri Duncan, tra i migliori di questo inizio di stagione in casa viola.

Tanti dubbi sulla trequarti: stante l’assenza di Bonaventura, l’indiziato principale a partire dall’inizio sembra Infantino (difficile che possa debuttare Lopez, che intanto si è guadagnato la prima convocazione con la Fiorentina), con ai suoi lati Gonzalez - chiamato agli straordinari - e Kouame, l’eroe del blitz anti-Gasp. Solo certezze per il ruolo di punta: l’impatto di Beltran nel match con l’Atalanta è piaciuto a Italiano che sembra più che mai orientato a puntare sull’argentino dal 1’, nella speranza che possa finalmente sbloccarsi.

Andrea Giannattasio

Continua a leggere tutte le notizie di sport su