Italiano e la forza del tifo: "Sarà la nostra energia"

Il tecnico viola non ha dubbi: la spinta dello stadio sarà determinante. E rilancia: "Chiedo solo che da qui alla fine si lavori per qualcosa di unico".

30 marzo 2024
Italiano e la forza del tifo: "Sarà la nostra energia"

L’allenatore viola Vincenzo Italiano

Separare l’aspetto emotivo da quello tecnico stavolta non si può. Lo sa bene Vincenzo Italiano, che è tornato a parlare per la prima volta dalla scomparsa di Joe Barone. "Sono stati giorni particolari, momenti difficili. Per come conoscevamo Joe sappiamo che bisogna subito ripartire per onorarlo al meglio, mettere in campo le sue caratteristiche: passione, amore, attaccamento per questa città, per questi colori e per questa società. Dobbiamo onorarlo al massimo. Per il presidente, per la sua famiglia, per tutto quello che ci ha lasciato. Dobbiamo tutti noi andare oltre la sua assenza. Abbiamo perso una grande guida, un padre, dobbiamo andare forte come ci chiedeva lui in ogni partita". Lo stadio sarà un fattore. Italiano e i suoi ragazzi lo sanno da giorni. L’atmosfera che li attende metterà i brividi. "Giocheremo in una cornice particolare. Tutto lo stadio ci darà l’energia e la forza per ottenere il massimo. Chiedo solamente che da qui alla fine si lavori e si inizi a pensare tutti insieme di ottenere qualcosa di straordinario. Ci siamo riusciti l’anno scorso. Possiamo ripeterci quest’anno: mi aspetto una grande spinta dello stadio nei momenti di difficoltà che ci saranno, poi toccherà a noi esaltare il pubblico e cercare di dargli una gioia importante".

Sul campo la sfida sarà complicata, il Milan è reduce da un periodo positivo e lotta per il secondo posto. "Loro stanno bene, ma anche noi fisicamente siamo a posto. Abbiamo recuperato i lungodegenti e migliorato la condizione di altri giocatori. Giochiamo in casa, vogliamo i tre punti per dare slancio alla nostra classifica. Faremo di tutto, ho visto una squadra in crescita e credo che in quest’ultimo periodo si possa far bene. Il lavoro di un anno ad un certo punto bisogna che venga fuori e lo stiamo iniziando a mostrare sul campo".

Alessandro Latini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su