L’impennata delle trattative. Viola, contatti in corso per Belotti. Piace il baby argentino Carboni. Ma il vero sogno è Gudmundsson

Vargas diventa il piano B, la dirigenza si muove su più fronti. Sondaggio della Juventus per Bonaventura

di ALESSANDRO LATINI -
30 gennaio 2024
Viola, contatti in corso per  Belotti. Piace il baby argentino Carboni. Ma il vero sogno è Gudmundsson
Viola, contatti in corso per Belotti. Piace il baby argentino Carboni. Ma il vero sogno è Gudmundsson

Il dopo Inter ha avuto l’effetto di stappare gli ultimi quattro giorni del mercato invernale della Fiorentina. Che ormai sono tre, perché ieri di affari fatti nemmeno l’ombra anche se di voci se ne sono rincorse tante. E sarà così a oltranza, almeno fino a giovedì alle ore 20 quando terminerà ufficialmente il calciomercato per i club italiani. Proviamo a mettere ordine.

La sensazione è che la Fiorentina stia provando ad alzare l’asticella delle proprie ambizioni. Prendete Valentin Carboni. Talento classe 2005 di proprietà dell’Inter in prestito al Monza. Di recente ha cambiato procuratore passando nella scuderia di Alessandro Moggi. Che fino a prova contraria è l’intermediario dell’affare Ruben Vargas con l’Augsburg (resta in ghiaccio, la distanza è ancora sui 3 milioni, ma ormai ha assunto i contorni del piano B). Intrecci tipici di mercato. Anche perché ieri, il nuovo agente dei fratelli Carboni si è materializzato nella sede dell’Inter con un’ipotetica offerta viola pari a 12 milioni di euro. Pochi. L’Inter aveva già fatto sapere al West Ham che ne servono almeno 30. Forbice troppo ampia per immaginare un avvicinamento. La Fiorentina ha deciso quindi di imboccare la strada che porta ad Albert Gudmundsson, talento che sta trascinando il Genoa a suon di gol. Anche in questo caso i dirigenti viola si sarebbero sentiti chiedere circa 30 milioni. L’impressione è che sia proprio l’islandese il sogno (complicato) della Fiorentina. Vedremo, lui sì che riaccenderebbe di l’entusiasmo.

Parallelamente è tornato a circolare anche il nome di Andrea Belotti, uno di quelli in realtà mai tramontati. I due club hanno ripreso a parlarsi. Da una parte la Fiorentina fa leva sulla voglia del Gallo di cambiare aria per cercare più spazio in vista dell’Europeo. Dall’altra la Roma sembra disposta a cederlo, a patto che Pradè e Barone si impegnino a riscattarlo la prossima estate quando gli resterebbe un solo anno di contratto col club giallorosso. Il discorso è avviato, ma la Fiorentina dovrà decidere in fretta il futuro di Nzola. L’operazione sembra legata alla partenza dell’ex Spezia. Mai del tutto convinto di lasciare Firenze. Il puzzle ha bisogno di trovare i suoi incastri, anche se ormai il tempo comincia a stringere davvero.

In uscita resta da definire la questione Mina. Mentre Brekalo è già stato ufficializzato dall’Hajduk Spalato (200mila euro di prestito oneroso). Il colombiano è in una fase di riflessione. Anche perché la Fiorentina non vorrebbe cederlo. Eventualmente sarebbe una sua scelta per giocare in vista della Copa America. Ieri intanto è circolata una voce su un eventuale addio di Bonaventura per andare alla Juventus. Impossibile che la Fiorentina se ne privi adesso, anche se è nota la distanza tra calciatore e club per un ulteriore rinnovo del contratto. Postilla su Amatucci: lo hanno chiesto in prestito gli olandesi del Fortuna Sittard, oltre a diversi club di Serie B, dove dovrebbe andare anche Dalle Mura.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su