Mandragora con Arthur. Sottil sorpassa Brekalo

Otto cambi rispetto al gruppo dei titolari in campo nella notte in Conference. Bonaventura sta bene e torna al centro. Nico sempre più intoccabile.

3 dicembre 2023
Mandragora con Arthur. Sottil sorpassa Brekalo
Mandragora con Arthur. Sottil sorpassa Brekalo

L’ultimo provino andato in scena ieri mattina al Viola Park ha dato i frutti sperati. Giacomo Bonaventura ha smaltito tutti i problemi dopo il sovraccarico all’adduttore destro accusato dopo la sfida della scorsa settimana contro il Milan e viaggia spedito verso la maglia da titolare contro la Salernitana. Il lavoro a parte che il numero 5 ha svolto in questi giorni ha dato esito positivo e dunque, a meno di clamorose ricadute, Jack si riprenderà la sua zolla al centro della trequarti. Bonaventura, però, sarà soltanto uno dei tanti cambi che Vincenzo Italiano ha intenzione di operare oggi in partenza rispetto alla squadra che giovedì ha battuto in rimonta in Genk. La sensazione infatti è che rispetto all’undici dell’ultimo match di Conference League potrebbero esserci fino a otto variazioni, a cominciare dal ruolo di portiere che vedrà di nuovo Terracciano riprendere la difesa dei pali. Discreti cambi annunciati anche per quanto concerne la retroguardia, con Kayode che dopo l’impatto devastante nella ripresa contro i belgi si riprenderà dopo oltre un mese la fascia destra dal 1’ oltre a Milenkovic e Ranieri che dovrebbero costituire la coppia centrale (probabile, inoltre, la conferma di Parisi ma sulla fascia sinistra).

A centrocampo quasi scontate due novità, con Arthur che si riprenderà le chiavi della regia dopo la panchina iniziale in Europa e Mandragora (recuperato dalla febbre) che darà un turno di riposo a Duncan, reduce da quattro presenze di fila da titolare. Sulla trequarti, detto di Bonaventura, non si prescinderà dalla verve di Nico Gonzalez - che come Jack, segnando oggi, migliorerebbe il dato di reti segnato in tutto lo scorso campionato, ovvero sei - mentre sulla fascia sinistra Sottil è favorito su Brekalo e Ikoné. Davanti ballottaggio apertissimo tra Beltran, Kouame e Nzola, con l’argentino pronto a mettere la freccia.

Andrea Giannattasio

Continua a leggere tutte le notizie di sport su