Il Sangiuliano City non si ferma più: "Puntiamo a battere il Ravenna capolista"

Nono risultato utile consecutivo nel girone D con sei vittorie e tre pareggi. Il tecnico Ciceri: "Col Certaldo abbiamo imparato a soffrire"

di MATTIA TODISCO -
20 febbraio 2024
Il Sangiuliano City non si ferma più: "Puntiamo a battere il Ravenna capolista"

Andrea Ciceri, allenatore del Sangiuliano

Il Sangiuliano City prosegue il suo percorso verso le zone alte del girone D dei Dilettanti. La vittoria per 2-1 sul campo del Certaldo è di fatto la terza consecutiva e il nono risultato utile di fila (sei successi e tre pareggi). Una prima metà di stagione tra mille difficoltà, testimoniata dal cambio di allenatore da Maurizio Iori ad Andrea Ciceri, pone in questo momenti i gialloverdi ancora in una posizione di classifica lontana dai playoff, obiettivo che la squadra sta dimostrando di valere. Lo ha fatto anche nell’ultima partita, in cui il Sangiuliano era favorito dai pronostici visto che aveva di fronte il fanalino di coda del girone D della Serie D, ma ha dovuto comunque sudare le proverbiali sette camicie. "Di scontato non c’è mai nulla – dice il tecnico Ciceri – Si trovano sempre squadre agguerrite ce fondano sulle partite in casa i propri propositi di salvezza. Abbiamo trovato una formazione difficile da affrontare, consapevole delle proprie possibilità e infatti è stata tiratissima fino alla fine, nonostante il 2-0 arrivato presto".

Una partita “allenante“, anche più del previsto, il cui svolgimento potrà servire per le settimane a vanire, quando i gialloverdi proveranno a scalare ulteriormente la classifica rispetto all’attuale ottava posizione nel raggruppamento, ben lontana dalla zona playout in cui si era trovato il Sangiuliano fino a poco tempo fa e ancora non così vicino alla parte della graduatoria che garantisce la post-season. "Abbiamo sbagliato delle occasioni per il terzo gol e poi è arrivato questo calcio di punizione su cui loro hanno trovato una bella rete - analizza ancora Ciceri - Una volta finita la partita e presi i tre punti posso anche dire che è meglio così, perché in questo modo si abitua la squadra a lottare fino all’ultimo momento. I giocatori stanno dando soddisfazioni e adesso dobbiamo puntare a battere la capolista domenica prossima".

La giornata che verrà, infatti, metterà il Sangiuliano di fronte alla dominatrice del girone D, il Ravenna, che non sta però passando un periodo felicissimo: ha perso due delle ultime tre partite e ora ha un vantaggio sul Carpi, secondo, ridotto a sole tre lunghezze. Dovrà difendere la vetta in uno scontro difficile contro la formazione di Ciceri, che può dimostrare proprio contro la prima della classe di essere diventata ormai una squadra matura, in grado di ambire a completare la rimonta sulla zona playoff.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su