Inter, la vittoria della sofferenza. Sommer e Lautaro protagonisti contro la Fiorentina

Ottime risposte da Asllani nel giorno della squalifica di Calhanoglu

di MATTIA TODISCO -
29 gennaio 2024

Milano – La vittoria a Firenze accomuna Inter e Juventus non solo nell'esito finale, ma anche nel punteggio e nelle fattezze. Un successo sofferto, garantito da un'altra rete di Lautaro Martinez, sempre più capocannoniere della Serie A con 19 reti e al 124° centro in nerazzurro. La squadra di Inzaghi passa e spreca, nel primo tempo. Ringrazia Sommer per una gran parata su Bonaventura e di nuovo nel secondo tempo quando lo svizzero provoca (ma poi intercetta) il rigore calciato malamente da Nico Gonzalez. 

A livello psicologico la vittoria è fondamentale. Con una partita ancora da disputare, l'Inter è tornata davanti alla Juventus e il 4 febbraio potrà affrontarla al Meazza. Ha vinto al Franchi in una sfida nella quale non c'erano per squalifica Calhanoglu e Barella, trovano ottime risposte soprattutto da Asllani. Ha collezionato il 18° clean sheet stagionale tra tutte le competizioni, segno di una retroguardia solidissima. Dopo ventuno partite ha il miglior attacco e la miglior difesa della Serie A.

Mentre la Juve non avrà Milik, Inzaghi non avrà squalificati e dovrebbe arrivare al derby d'Italia col solo Cuadrado in lista indisponibili, salvo sorprese nella settimana che sta per cominciare. Non è un confronto decisivo, con tante partite ancora da disputare, ma può dare delle risposte importanti nella corsa scudetto.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su