Inter, vittoria di Natale: battuto il Lecce con Bisseck-Barella

Una rete per tempo e i nerazzurri restano in vetta alla Serie A con quattro punti sulla Juventus

di MATTIA TODISCO -
23 dicembre 2023
Inter-Lecce
Inter-Lecce

L'Inter batte 2-0 il Lecce e rimane in testa con quattro punti di vantaggio sulla Juventus, a segno Bisseck nel primo tempo e Barella nel secondo. Dopo meno di tre minuti Mkhitaryan chiede un rigore per un contatto con Falcone che arbitro e Var non ritengono da rigore. La prima parata della partita la fa Sommer, che chiude sul primo palo e si salva in angolo sul tentativo di Gonzalez al 9'. Grande occasione per i padroni di casa all'11', Arnautovic calcia a botta sicura sull'assist di Mkhitaryan e Falcone respinge d'istinto in corner.

Ancora più ghiotta quella per l'austriaco al 21', azione bellissima orchestrata da Thuram e Barella, assist per Arnautovic che davanti al portiere calcia clamorosamente a lato. Il Lecce risponde con un colpo di testa di Banda su invito di Oudin che non trova la porta. Inter vicina al gol al 40' con Bisseck, girata al volo del tedesco su angolo di Calhanoglu e traversa piena. Il centrale di Inzaghi ci riprova tre minuti più tardi su una nuova azione da fermo e stavolta beffa Falcone con la deviazione aerea. Poco prima dell'intervallo Gallo trova spazio a sinistra e serve forte il pallone in mezzo, Strefezza gira alto.

Gonzalez, che in occasione della punizione dell'1-0 aveva rischiato il secondo giallo, chiude la sua partita all'intervallo e viene sostituito da Kaba. Al 49' calcio di rigore accordato al Lecce per mani di Carlos Augusto ravvisato da Marcenaro, ma all'on field review appare chiaro il tocco con la schiena e il penalty viene cancellato. Ci prova dalla distanza Banda su una palla persa in uscita dai nerazzurri, conclusione a pelo d'erba controllata da Sommer. Sul lato opposto tante iniziative di Mkhitaryan, che al 59' calcia dal limite con spazio e mette largo. È invece Falcone a deviare in corner su un altro tentativo di testa di Bisseck un minuto dopo.

Opportunità anche per Darmian che trova spazio a destra, rientra sul mancino e impegna Falcone dal limite al 67', due minuti dopo Rafia gira di testa su cross di Gallo ma troppo centralmente e Sommer para. Il raddoppio dell'Inter arriva al 78' e lo segna Barella, messo tutto solo davanti al portiere da un tacco illuminante di Arnautovic. Banda si fa espellere per proteste plateali all'indirizzo di Marcenaro e l'Inter controlla la situazione, costruendo due opportunità in un lampo sventate entrambe da Falcone, prima su Pavard da pochi passi e qualche secondo dopo sul tentativo da lontano di Asllani. L'ultima grande parata è ancora dell'estremo difensore ospite, su colpo di testa di Acerbi. INTER-LECCE 2-0 (1-0) RETE: 43' pt Bisseck (I), 33' st Barella (I). INTER (3-5-2): Sommer 6,5; Bisseck 7, Acerbi 7, Bastoni 6; Darmian 6, Barella 7 (44' st Frattesi sv), Calhanoglu 6,5 (30' st Asllani sv), Mkhitaryan 7 (44' st Klaaassen sv), Carlos Augusto 6,5 (38' st Pavard sv); Thuram 6 (38' st Sanchez sv), Arnautovic 6,5. A disp. Di Gennaro, Audero, Sensi, De Vrij, Agoume, Motta, Stabile, Sarr. All. Inzaghi 6,5. LECCE (4-3-3): Falcone 7; Gendrey 6 (41' st Sansone sv), Baschirotto 6, Pongracic 5,5, Gallo 6,5; Oudin 6 (41' st Venuti sv), Ramadani 6, Gonzalez 5 (1' st Kaba 6,5); Strefezza 6 (18' st Rafia 6), Piccoli 5,5 (28' st Krstovic), Banda 5. A disp. Brancolini, Samooja, Dorgu, Berisha, Listkowski, Faticanti, Smajlovic, Blin, Touba. All. Tarozzi 6. ARBITRO: Marcenaro 4. NOTE : ammoniti Gonzalez (L), Calhanoglu (I), Piccoli (L), Inzaghi (I), Pongracic (L). Espulso Banda al 38' st per proteste.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su