Inter, si ferma anche Calhanoglu: il turco e Cuadrado non partono per la Spagna

Con la Real Sociedad fuori anche Sensi che non fa parte della lista Champions

di MATTIA TODISCO -
19 settembre 2023
Hakan Calhanoglu dopo il derby vinto 5-1 dall'Inter

Hakan Calhanoglu dopo il derby vinto 5-1 dall'Inter

Hakan Calhanoglu non parteciperà alla trasferta dell'Inter a San Sebastian per la partita di domani sera in Champions League. Il giocatore ha riportato un affaticamento all'adduttore della coscia sinistra e conseguentemente si è deciso di tenerlo fuori dall'incontro di domani (21.00) con la Real Sociedad. Oltre a Calhanoglu non è salito sull'aereo in direzione Paesi Baschi il colombiano Cuadrado, che soffre ancora dei postumi del problema fisico patito durante la sfida tra Venezuela e Colombia. Non fa parte della comitiva anche Stefano Sensi, che non è stato inserito nella lista consegnata all'Uefa per la massima competizione europea.

L'assenza forzata di Calhanoglu costringerà Inzaghi a cambiare formazione rispetto al derby vinto lo scorso sabato. Candidati per una maglia da titolare domani sono Frattesi (il regista diventerebbe Barella) oppure Asllani che con la partenza di Brozovic in estate spera di trovare maggiore spazio rispetto allo scorso anno.

Sul fronte spagnolo grande è l’attesa della sfida con la finalista della passata edizione della Champions. “Siamo pronti. Ma dobbiamo esserlo nel momento giusto e il momento è domani. Per me non è il risultato, è il come si gioca, indipendentemente dall'avversario. Non serve a niente farlo un giorno per fasi o momenti: serve regolarità e continuità per essere una squadra affidabile e di alto livello”, le parole del tecnico della Real Sociedad Imanol Alguacil. “Preferisco non parlare dell'Inter, perché se parliamo delle sue forze o dei suoi grandi giocatori, alcuni potrebbero pensare che sia meglio non scendere in campo - ha aggiunto -. Ma è esattamente il contrario, dobbiamo essere noi stessi. L'anno scorso hanno giocato la finale e avrebbero potuto vincerla, stanno dominando in Serie A ma dobbiamo scendere in campo con molto rispetto, umiltà e consapevolezza che si tratta della Champions League in casa nostra, qualcosa di speciale e diverso. Dobbiamo godercela, ma per competere”

Continua a leggere tutte le notizie di sport su