Inter, Zanetti incorona capitan Lautaro: "Strappato all'Atletico, oggi è un punto fermo"

Il vicepresidente racconta i retroscena della trattativa del 2018. Su Moratti alla Pinetina: “Bellissima sorpresa, per me è come un padre”

di MATTIA TODISCO -
13 maggio 2024
Lautaro Martinez, capitano dell'Inter

Lautaro Martinez, capitano dell'Inter

Milano – Tra gli argomenti di attualità legati all'Inter c'è il rinnovo di Lautaro Martinez, capitano dei nerazzurri legato alla società da un contratto fino al 2026 ma che sta lavorando con il club per prolungare con un ingaggio più alto.

In una lunga chiacchierata nel podcast "The BSMT" il vice-presidente Javier Zanetti ha parlato anche del connazionale e in generale dei giocatori che oggi formano la squadra nerazzurra. "Se io vedo adesso l’Inter come sta giocando, mi sarebbe piaciuto giocare con tutti loro perché sono tutti forti - afferma Zanetti - Lautaro come argentino sicuramente sarebbe stato bello. C’è un rapporto che inizia quando lo abbiamo comprato. Ci confrontiamo sempre con Marotta, Ausilio, Baccin e poi decidiamo quale strategia utilizzare e quale squadra vogliamo creare".

Cosa che è accaduta anche nel 2018 quando proprio Zanetti contribuì a prendere Martinez. "Quando abbiamo preso Lautaro lui era al 90% dell’Atletico Madrid - racconta -. Io chiamo Ausilio e glielo dico, lui era dispiaciuto perché lo seguiva da tanto tempo. Passano due settimane e mi chiama questo mio amico e mi dice che stavano avendo dei problemi con l’Atletico Madrid e se potevano parlare con noi. Siamo partiti in Argentina e in due notti abbiamo chiuso. Oggi è il nostro capitano, è un punto fermo, ha senso di appartenenza. Siamo felicissimi. Sono valori che è molto più complicato trovare oggi".

Nell'intervista si parla anche del lavoro svolto da Steven Zhang e del ritorno di Massimo Moratti alla Pinetina avvenuto qualche settimana fa. "Una bellissima sorpresa perché Moratti per me è come un papà - dice ancora il vice-presidente -. Il presidente Zhang è stato molto gentile a invitarlo. È stato un momento emozionante anche per lui, vedevo che era felicissimo di tornare in quella che è casa sua e vedevo che anche il presidente dell’Inter era felice di questa cosa. Tra di loro c’è un rapporto di grandissimo rispetto".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su