L’altra Inter ricarica le pile per la volata. Sommer ai box: a Lecce debutta Audero

Inzaghi fa turnover per l’assenza di Thuram e la febbre che ha colpito il portiere svizzero. Ma D’Aversa non è da sottovalutare

di PAOLO CROCE -
25 febbraio 2024
L’altra Inter ricarica le pile per la volata. Sommer ai box: a Lecce debutta Audero

Audero, 27 anni, ex Sampdoria, è al suo esordio in campionato In maglia nerazzurra ha già giocato in Coppa Italia contro il Bologna

Nessuno ha iniziato il 2024 come Inzaghi e la sua Inter. Un filotto di vittorie che ha spento le illusioni di Juve e Milan, ma oltre ai risultati (che nel calcio poi sono quasi tutto) è la qualità del gioco e la profondità della rosa ad avere scavato un solco, ad essere fuori dal target abituale del campionato italiano.

Oggi a Lecce Inzaghi proporrà un’altra specialità della casa, un piatto ormai cotto e mangiato da giocatori e tifosi: un robusto turnover in vista dei prossimi impegni ravvicinati. Ma attenzione al Lecce che si trova troppo vicino alla zona retrocessione per non aver voglia di fare punti con la capolista. E in modo particolare Inzaghi dovrà guardarsi da Roberto D’Aversa, un tecnico che ha fatto del pragmatismo il suo punto di forza. Non sempre il Lecce gioca bene, sicuramente però non aiuta gli avversari a fare meglio.

Inzaghi venerdì ha incassato anche l’ennesima dimostrazione di stima e affetto a parte dell’Ad Marotta ("è un tecnico bravo, che può crescere ancora e fare tanta strada") aveva detto l’Amministratore delegato nerazzurro.

Oggi dunque vedremo un Inter rivisitata se non nel modolo sicuramente nell’undicidi partenza.

Alle spalle c’è il match di Champions con l’Atletico e dopo quello di Via Del Mare si giocherà il recupero con l’Atalanta.

Inzaghi deve fare i conti con l’assenza di Thuram, la febbre che negli ultimi due giorni ha colpito Sommer costringendo lo svizzero al forfait (al suo posto gioca Audero).

Lautaro ha bisogno di tirare il fiato, anche perché la partita contro i Colchoneros è stata dispendiosa. Calhanoglu al meglio potrebbe lasciare il posto ad Asllani. Frattesi è invece pronto a rilevare Barella. In difesa, possibile riposo per due dei tre centrali visti in Champions (Bastoni, diffidato, con l’arretramento di Carlos Augusto e Pavard con spazio concesso a Bisseck). Su Audero, 27 anni ex Samp, poco da dire. È al suo esordio in campionato, ma è un portiere di estrema affidabilità che gode della piena fiducia di tecnico e compagni.

Uno sguardo (un po’ distratto) a quanto avrà fatto la Juve alle 12.30 con il Frosinone e a come l’Atalanta sarà in grado di complicare in serata il cammino del Milan. Ma non più di tanto. I primi due mesi dell’anno un verdetto lo hanno già emesso: solo l’Inter è padrona del suo destino. A iniziare da oggi, nello stadio di Via del Mare a Lecce.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su