Juve, mediana al massimo. Ora Thuram-Koopmeiners. Milan più forte su Rabiot

La Signora, dopo Douglas Luiz, non vuole fermarsi: trattative con Nizza e Dea. Zirkzee tentato dallo United: il Diavolo pensa anche a Lukaku, Dovbyk e Gimenez.

di LUCA MIGNANI -
2 luglio 2024
Ora Thuram-Koopmeiners. Milan più forte su Rabiot

Ora Thuram-Koopmeiners. Milan più forte su Rabiot

Spunta anche la Lazio per Gudmundsson, obiettivo dell’Inter dopo gli arrivi di Taremi e Zielinski, in attesa delle visite mediche del portiere Josep Martinez: avrebbero potuto essere oggi, sono slittate causa accordi ancora da limare per un affare comunque chiuso, per 13,5 milioni più 2 di bonus al Genoa.

Su Gudmundsson, ieri, prime mosse biancocelesti per comprendere le possibilità di arrivare all’islandese che gradirebbe, invece, i nerazzurri. I campioni d’Italia, però, prima devono cedere Arnautovic e Correa che percepiscono 3,5 milioni di ingaggio: a tal proposito, un intermediario sonda eventuali proposte dall’Arabia Saudita.

Nell’agenda nerazzurra poi, dopo i saluti ufficiali a Cuadrado, Audero, Klaassen, Sensi e Sanchez, l’incontro con l’entourage di Dumfries previsto nei prossimi giorni: l’olandese, impegnato agli Europei, è in scadenza nel 2025. Inizialmente l’aria era quella dell’addio, vista la distanza tra richiesta di aumento a 5,5 milioni (rispetto ai 2,5 attuali di stipendio) e la proposta (4). Ma dalla Premier, a parte un interessamento dell’Aston Villa, non sono arrivate chance da capogiro e il giocatore ora è decisamente più orientato a rimanere in una società di spicco come quella milanese.

A proposito di Aston Villa: ufficiale l’arrivo di Iling Junior (18 milioni più 3 di bonus) e Barrenechea (8 più 3) a titolo definitivo, nell’operazione che ha portato Douglas Luiz in bianconero (50 milioni, contratto fino al 2029). A centrocampo, ora, l’obiettivo più vicino è Khephren Thuram del Nizza: accordo col giocatore (2 milioni), da limare la distanza tra i 30 milioni chiesti dai francesi e i 20 proposti dalla Juve.

Senza dimenticare la volontà di arrivare anche a Koopmeiners: per l’Atalanta servono 60 milioni. Il tutto mentre il Bologna alza il muro su Calafiori: i rossoblù puntano a rinnovare fino al 2028 e lo valutano comunque 40 milioni, da Torino si stanno mantenendo i contatti per l’alternativa Kiwior dell’Arsenal, già allenato da Motta ai tempi dello Spezia.

Qui, l’intreccio è con il Milan che segue da tempo il duttile difensore polacco. Intreccio anche per Rabiot, da ieri parametro zero: Giuntoli ha proposto un rinnovo da 7,5 milioni, Moncada avrebbe pareggiato l’offerta triennale. I rossoneri, comunque, hanno altre priorità: il centravanti. Su Zirkzee il Manchester United fa passi avanti con l’agente Kia Joorabchian, incentivato anche dal nuovo direttore sportivo dei Red Devils Dan Ashworth. Così restano in piedi diverse piste: per Lukaku è previsto un summit con i rappresentanti del belga, ma l’operazione è complicata perché il Chelsea vuole cedere il 31enne (43 milioni di clausola, contratto fino al 2026 e 7,5 milioni di ingaggio l’anno scorso alla Roma) e c’è la forte concorrenza del Napoli di Conte.

In lista anche Dovbyk (Girona) e Gimenez (Feyenoord), con Abraham sullo sfondo. A centrocampo c’è sempre nel mirino Fofana (Monaco), così come Emerson Royal (Tottenham) sulla corsia di destra. Capitolo Como: domenica l’incontro in città tra Fabregas e Varane dello United, il giocatore si è preso una decina di giorni per decidere.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su