Lecco ammesso in Serie B. La Figc respinge i ricorsi di Reggina e Siena

Riconosciute le ragioni del club lombardo. La società calabrese e quella toscana hanno 48 ore per fare appello. Sindaca nega stadio alla Viterbese, in forse l’iscrizione in C

7 luglio 2023
L'allenatore del Lecco Luciano Foschi nel giorno della promozione in B conquistata sul campo
L'allenatore del Lecco Luciano Foschi nel giorno della promozione in B conquistata sul campo

Roma, 7 luglio 2023 - Il Lecco è stato ammesso in Serie B, lo ha deciso il Consiglio federale della Figc, presa visione dei pareri di Covisoc e Commissione criteri infrastrutturali. Respinti invece i ricorsi di Reggina e Siena, le due società potranno presentare appello entro 48 ore.

Riconosciute le motivazioni del club lombardo, che si era visto respingere l'iscrizione per criticità legate allo stadio e a ritardi nel presentare i documenti necessari per poter giocare all'Euganeo di Padova, arrivati oltre la scadenza del 20 giugno.

Lecco: in Serie B dopo 50 anni

Criticità all'iscrizione riscontrate anche per Reggina e Siena, fuori rispettivamente dalla B e dalla C, che potranno fare ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport entro 48 ore, con possibile udienza il 20-21 luglio. Fissata per il 2 agosto invece la data dell'eventuale udienza al Tar sui casi. Il no di Covisoc e Commissione criteri infrastrutturali ai calabresi per l'accesso alla serie cadetta sarebbe dipeso da una documentazione carente per quanto riguarda i pagamenti. Documentazione incompleta per l’istrizione anche per i toscani, non ammessi alla Serie C. La Reggina di recente è stata acquistata dalla Guild Capital, società inglese specializzata nell'investment banking con sede a Londra.

Salta quasi certamente la Serie C anche per US Viterbese calcio. Il presidente della società sportiva gialloblù, Marco Arturo Romano, ha annuncia che molto probabilmente la squadra locale per quest'anno non potrà scendere in campo. Ieri pomeriggio il presidente Romano ha incontrato senza risultato la sindaca di Viterbo Chiara Frontini, che ha negato alla società sportiva l'uso dello stadio comunale Rocchi per la mancata presentazione della fideiussione necessaria per l'affido della struttura. Una decisione non definitiva, e le parti di rivedranno alla fine di agosto, ultimo giorno utile per Romano per presentare il documento. Ma c'è anche il limite imposto dalla Figc per le iscrizioni delle squadre, e così il presidente ha anticipato al popolo dei tifosi viterbesi, che molto probabilmente la Us Viterbese non giocherà il campionato 2023-24.

 

Continua a leggere tutte le notizie di sport su