Diavolo, il piano per restare in scia. Miranda a un passo e piace Guirassy

Domani c’è la Dea: Leao in panchina, rientra Giroud. Rossoneri al lavoro sul mercato: spunta l’idea Kiwior

di ILARIA CHECCHI -
8 dicembre 2023
Diavolo, il piano per restare in scia. Miranda a un passo e piace Guirassy
Diavolo, il piano per restare in scia. Miranda a un passo e piace Guirassy

L’obiettivo a breve termine è espugnare il Gewiss Stadium per restare in scia di Inter e Juventus, quello a medio raggio è battere il Newcastle in Champions League per tenere viva la speranza di qualificazione agli ottavi, mentre in prospettiva lo sguardo è già alla prossima sessione di mercato che dovrà rimpinguare una rosa tartassata dagli infortuni. Con la trasferta di domani Pioli spera di riavere risposte positive dai suoi dopo la vittoria contro il Frosinone e per farlo potrà contare su Olivier Giroud: reduce da tre gol nelle ultime tre uscite in serie A, prima dello stop imposto dal Giudice Sportivo, l’attaccante è in cerca di riscatto dopo la prova deludente (con tanto di rigore fallito) contro il Borussia, ma sarà orfano di Rafa Leao: ieri il portoghese ha svolto la prima parte della seduta in gruppo per poi continuare un lavoro personalizzato e solo oggi il tecnico deciderà se convocarlo o meno per la sfida alla Dea ma la sensazione è che l’ex Lille partirà con la squadra per accomodarsi in panchina, mentre Simon Kjaer è ancora in dubbio.

Proprio la coperta corta in difesa spingerà la dirigenza ad intervenire nel mercato di gennaio: Kalulu, Thiaw e Pellegrino ne avranno ancora per diverse settimane, tanto che Theo Hernandez sarà nuovamente schierato centrale accanto a Tomori. La mossa più logica sarà richiamare alla base Matteo Gabbia, ceduto in prestito secco al Villarreal in estate, anche se piacciono Badiashile del Chelsea e l’ex Spezia Jakub Kiwior, oggi all’Arsenal, ma i Gunners non vogliono farlo partire in prestito. Accordo e quadriennale vicino, invece, per il futuro vice-Theo, Juan Miranda. 23 anni, il difensore del Betis Siviglia sarebbe davvero a un passo dal Diavolo: il suo contratto è in scadenza in estate e per non perderlo a zero il club potrebbe cederlo a gennaio per una cifra vicina ai 2 milioni di euro. Stesso dicasi per il classe 2006 Matija Popovic, che il prossimo 31 dicembre si svincolerà dal Partizan Belgrado e sarebbe pronto a legarsi al Milan fino al 2028: da stabilire gli ultimi dettagli, con il calciatore che potrebbe già svolgere le visite mediche il 9 gennaio, considerato che il giorno prima compirà 18 anni e quindi potrà firmare il contratto.

La linea verde che piace tanto alla società porta anche a Guy Noel Zohouri, stellina del Le Havre che da un paio d’anni viene seguito da Moncada: punta, esterno destro o trequartista e con un contratto fino al giugno 2025, il giocatore potrebbe vestire presto la maglia rossonera. Per il reparto offensivo, infine, il profilo più papabile è quello di Serhou Guirassy, guineano dello Stoccarda la cui clausola a meno di 20 milioni di euro lo rende un’occasione ghiotta da sfruttare.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su